Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Territorial brand per glocal managers

Del: 25/07/2008


Nel management della comunicazione c’è un area d’interesse nuova, che si occupa precisamente di territorio. Abbiamo parlato di City Managers, di professionisti che operano in settori importanti, dalla logistica ai grandi eventi, fino alla ricezione di investimenti ed all’attrattività, per mostrare quanto l’economia, e forse anche la politica, stia ripartendo dal territorio per saldare la sua parte local e permettere che quella global possa penetrare i mercati lontani. Rimettere le radici, per combattere nella competitività tra territori, paesi contro paesi, regioni contro regioni, metropoli contro metropoli, porta a cercare in modo preciso quanto sia il valore delle propria materia prima - il territorio stesso - per valorizzarlo, lavorarci, e svilupparlo, in un tempo relativamente breve.

La Swatch, per vendere semplici orologi da 50€, è andata in Svizzera, ed ha impregnato, il suo prodotto, del valore affine ad esso, che aveva proprio la nazione svizzera: precisione, stile, durevolezza e sicurezza. Per i manager di oggi, dalle PMI nostrane, che fanno fatica a comunicarsi per un provincialismo congenito e poco consapevole di condurre all’autoisolamento, agli amministratori locali che si inventano “Il Festival della Filosofia” di Sassuolo, quello del Jazz di Montreal, Montreux, Pistoia Blues, quello dell’economia di Trento, fino alla fiera della vacca da latte di Codogno in provincia di Lodi, la linea è ridare valore al territorio.

Difficile proporre indici, classifiche, e valutazione economiche. Si può cominciare dal brand. L’identità è infatti molto più vicina al messaggio che manda un paese, una regione od una città, rispetto a quanto più semplicemente si possa solo valutarne – pezzo per pezzo – la qualità di vita, lo smog, il rumore, la cucina, come già fanno tanti osservatori. Il brand racchiude tutte le voci che consentono di valutare il territorio in cui lavorare, investire, comprare, vendere e soggiornare.

Ma come si comunica il Brand Italia, o il Brand Milano? È un argomento che possiamo azzardare plasmerà molte delle politiche aziendali ed amministrative del futuro. Se si hanno davanti due auto, si compra quella fabbricata in Svizzera o quella in Olanda? Una multinazionale che deve aprire un branch, lo fa in Germania oppure in Repubblica Ceca? Si preferisce il Made in Germany o il Made in China? Per questo si ricercano i fattori che accrescono o abbattono il valore del territorio. Simon Anholt, in “Identità Competitiva”, identifica tre indici che qualificano il valore di un paese: la capacità di innovazione di un sistema, la capacità dei diversi attori del paese di coordinarsi – perchè pochi soggetti rappresentano l’eccellenza non solo il paese intero – e poi la comunicazione. Se un brand di valore permette di fare cose che senza brand non si potrebbero fare, allora dipenderà da come i nostri manager sapranno maneggiarlo.

Antonio Belloni

 
 

Business Video