Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

La banda larga in Europa

Del: 05/04/2004

Il trend di crescita della banda larga in Europa nell’ultimo anno è estremamente accelerato e porta tre Paesi - Francia, Spagna e Paesi Bassi – a tassi di penetrazione superiori al 30% del totale della popolazione Internet che si collega alla rete da casa.
Tassi che collocano questi tre Paesi sopra gli Stati Uniti. Una visione globale mostra come i mercati della broadband in Europa e negli USA siano molto al di sotto di quello di Hong Kong, che ha una penetrazione dell’82% sul totale dell’utenza Internet che accede da casa.
Le numerose applicazioni (tra le quali quelle dei giochi online) utilizzate nel Far East fanno sì che ad Hong Kong la broadband non sia un’opzione bensì una modalità di fruizione imprescindibilmente connessa al mezzo Internet. È per questo motivo che la percentuale di crescita delle connessioni a banda larga nell’ultimo anno è così limitato ad Hong Kong e così sorprendente in Europa.
Speriamo che quel mercato venga emulato. Approfondendo l’analisi sulla realtà europea appare molto evidente come la banda larga sia ancora una tecnologia minoritaria.
In termini assoluti il mercato più grande è quello tedesco, che coinvolge più di 5 milioni di individui.

 In realtà, l’impatto della banda larga se non ancora evidente in termini di numerosità del fenomeno, crea delle sperequazioni vistosissime in termini di consumo della rete.
In tutta Europa, infatti, gli utenti a banda larga sono di meno rispetto agli utenti a banda stretta, ma vedono più pagine per persona, fanno un maggior numero di sessioni, restano online per più tempo. I tedeschi quasi 24 ore, un giorno intero al mese, connessi al Web.
I cambiamenti radicali che questa tecnologia sta apportando alle dinamiche del consumo della rete devono essere oggetto di attenta considerazione da parte di chi fa business in rete ed anche degli investitori pubblicitari che vedono moltiplicate le opportunità di trovare online un target molto assiduo.
Proviamo a connotare questo target. In realtà le analisi socio-demografiche condotte sull’utenza broadband nei vari Paesi Europei non consentono di identificare il tipo “ad alta velocità”. Come abbiamo evidenziato sopra, “banda larga” è un comportamento piuttosto che un profilo socio-demo.
In Italia l’utente broadband è prevalentemente un uomo adulto, dai 25 anni in su, con reddito medio. In realtà l’alta velocità risulta essere molto attraente per il target giovane, propenso ad utilizzarla in applicazioni come i giochi online od il “file sharing” di file musicali. E’ così presumibile, se le politiche commerciali degli operatori si muoveranno in quella direzione, che in futuro si assista ad un “ringiovanimento” dell’utente broadband.
Il senso profondo della tecnologia a banda larga, infatti, è quello di stimolare e far crescere l’entertainment online interattivo. Se già oggi guardiamo quali siti siano tra i “favourites” del navigatore ad alta velocità scopriamo una pletora di piccoli siti specializzati di intrattenimento, siti di musica, streaming, cinema, giochi.
Ed anche siti pornografici! In Italia, in particolare, i siti con maggiore percentuale di utenti a banda larga tra i loro visitatori sono siti per il downloading, come divx.com e com.com, per lo streaming, come real.com e windowsmedia.com, siti per il file sharing peer to peer, come winmx.com e kazaa.com, ma anche community, come quella di ebay.com e quella di tripod.
Sulla base dell’analisi compiuta possiamo concludere che il fenomeno della banda larga rappresenta una delle più incisive novità del Web europeo nell’ultimo anno. Un fenomeno destinato a crescere soprattutto se le condizioni macro-economiche e le politiche commerciali dei provider saranno favorevoli.
La banda larga è responsabile di cambiamenti radicali nella fruizione della rete stimolando in proporzioni massicce il consumo del mezzo. Un fattore che genererà nuovi modelli di business sul Web e ribilancerà gli equilibri degli investimenti pubblicitari nel media mix comunicativo. Le applicazioni più evidenti di questa tecnologia sono nel mondo dell’entertainment interattivo, anche se non bisogna trascurare la strategicità della banda larga nel più ristretto ma proficuo mercato del trading online.

Visualizza lo studio completo nel documento allegato.

 
 

Business Video