Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

FRESH MEDIA nuove tecnologie per il marketing alternativo: Megaphone

Del: 20/09/2008

A volte le nuove tecnologie promettono benefici che diventano accessibili solo per poche persone, per via dei costi troppo elevati o di piattaforme che si diffondono scarsamente tra gli utenti. Oggi, però, c’è una nuova società in grado di sfruttare tutto il potenziale della tecnologia di base dei telefoni cellulari, almeno riguardo ai giochi.

 

 

 

 

 

 

Megaphone è la prima società ad offrire giochi multiplayer in tempo reale via cellulare in spazi pubblici, senza speciali requisiti.
La società è stata fondata a New York nel 2007 da Jury Hahn, partendo dall’idea del suo progetto di tesi per il corso di Interactive Telecommunication alla NY University.
L’idea dietro Megaphone è semplice ma intuitiva: usando le tecnologie standard di tutti i telefoni (microfono e tasti) si dà la possibilità a tutti i possessori di cellulari di giocare, senza bisogno di speciali dotazioni. Il motto è: “trasformare i passanti in giocatori”. Il concetto parte dal vero significato del termine multiplayer: tutti possono giocare. Secondo le regole di Megaphone:

 


1- Chiunque può usare QUALSIASI telefono con QUALSIASI operatore in QUALSIASI Paese come controller per il gioco.
2- I giocatori si uniscono alla partita facendo una normale telefonata e possono vedere i loro input (via voce o tastiera) immediatamente.
3- L’esperienza può essere seguita da SMS, MMS o download di contenuto digitale.


Infatti Megaphone, non è un’applicazione da scaricare e non utilizza reti wireless come Bluetooth, ma funziona semplicemente con una telefonata che può essere effettuata da ogni telefono. Tutti gli input sono visualizzati in schermi pubblici e condivisi (che possono essere connessi simultaneamente in diversi luoghi), mentre messaggi testuali o audio ad hoc possono essere inviati ai giocatori per informarli sull’esito della partita. I vincitori possono ricevere come premio contenuti digitali (suonerie, sfondi, giochi) o messaggi che indicano dove ritirare la vincita. Il primo vero test pubblico si è svolto sullo schermo di MTV a Times Square (New York). Lo schermo mostrava un numero locale da chiamare per partecipare al gioco: una volta connessi gli utenti potevano usare la propria voce o i tasti del telefono per scegliere la stanza dove giocare ad alcuni retrogames. Ovviamente questa dimostrazione ha generato un grande passaparola, così che Megaphone è stato invitato anche al Nexfest di Wired, alla mostra Urban Screens di Manchester e al NBA All-Star Game grazie ad Adidas Orginals. Ogni gioco è sviluppato in Flash per essere completamente modificabile dai partner e per supportare anche migliaia di giocatori; Megaphone, infatti, può essere ospitato da chiunque abbia a disposizione un megaschermo, un computer standard ed una connessione internet.

Powered by JWT- Chuco
myspace.com/jwtchuco
jwtchuco@gmail.com


 

 

 

 

 

 

 

 
 

Business Video