Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Comunicazione pubblica e privata sempre più vicine

Del: 05/04/2004

Il modo di comunicare delle aziende private e delle organizzazioni pubbliche si sta facendo sempre più simile.

 E’ questa l’opinione del 57% degli intervistati che hanno risposto al sondaggio sul ruolo della comunicazione condotta da TNS Abacus per conto di Fleishman-Hillard Italia, su un campione di 120 imprese private e enti pubblici territoriali (regioni, province, comuni) e su circa 1000 interviste ai cittadini/consumatori (questionari diversi per i due campioni).
I risultati della ricerca, condotta nel corso del 2002, sono nel complesso incoraggianti, e sembrano indicare un certo radicamento della sensibilità alla comunicazione ormai in entrambi i settori, che si traduce in una fiducia nell’importanza di questa funzione: il 78% degli intervistati (il 69% per il settore pubblico e il 93% per quello privato) ritiene infatti che nei prossimi anni le attività di comunicazione acquisteranno maggiore importanza.
Inoltre, una struttura interna dedicata a questa funzione è presente nel 92% delle organizzazioni di riferimento (nel 96% di quelle private, ma anche nell’86% di quelle pubbliche), e nel 94% dei casi (il dato è pressoché pari nei due settori) esiste un budget specifico per le attività di comunicazione.
Significativo è anche il dato sul ricorso a consulenti esterni, nel complesso consistente (nel 72% dei casi ci si rivolge ad esterni almeno occasionalmente), ma che spesso è ancora, soprattutto per il settore pubblico, di carattere non continuativo (solo il 5% degli intervistati di questo comparto dichiara di rivolgersi sempre a consulenti esterni, mentre lo stesso dato per le imprese private è del 20%).
E’ interessante inoltre rilevare, tra gli obiettivi principali delle attività di comunicazione, uno spostamento di fuoco che dall’aumento della notorietà (7%), fino a poco tempo fa ritenuto scopo prioritario, porta a concentrarsi sulla creazione di fiducia intorno all’organizzazione, divenuto l’obiettivo principale delle attività di comunicazione (28%). Presenta invece un certo margine di migliorabilità il dato sulla soddisfazione per i risultati ottenuti, buono nel complesso (il 94% del totale esprime una generica soddisfazione), ma che evidenzia uno scarso entusiasmo, soprattutto da parte del settore pubblico, dove solo il 20% si dichiara molto soddisfatto (mentre per le aziende private questo dato è del 43%).
Anche dalle risposte degli utenti/consumatori emerge peraltro che, a fronte di un 54% che si dichiara soddisfatto della efficacia della comunicazione erogata dalle imprese, la soddisfazione per quella erogata dalle organizzazioni pubbliche è del 30%.
Nonostante questo gap – peraltro marginale – fra l’impegno dichiarato e i risultati ottenuti, sulle cui ragioni varrebbe la pena di indagare più approfonditamente, l’insieme dei dati emersi da questa prima edizione della ricerca Fleishman-Hillard/TNS Abacus sembra costituire, nel complesso, la dichiarazione di un mercato che crede fortemente nel ruolo della comunicazione.

Visualizza i dettagli del sondaggio nel documento allegato.

 
 

Business Video