Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Stranezze dal mondo

 versione inglese
Del: 20/11/2008

 

Ecco una carrellata di strani lanci di prodotto e iniziative alquanto discutibili di marketing. Le abbiamo cercate in varie parti del mondo. E l’impressione è che, nonostante la crisi, la fantasia non manca. Ci sono coraggiosi che pur di vendere e fare notizia si inventano di tutto. Ecco qualche esempio emblematico.

IL REGGISENO? HAI IL GPS
Sorvegliare la propria donna 24 ore al giorno. E’ questo il sogno di molti uomini, che adesso
potrebbe avverarsi: dopo le macchine e i cellulari, spunta in Brasile la lingerie con Gps incorporato.
Ideale per uomini poco fiduciosi sulla condotta di mogli e fidanzate, il completo intimo, formato da reggiseno e slip, ha incorporato un dispositivo imbottito di localizzazione satellitare Gps, che permette di individuare con un semplice click dove si trovi la propria amata, fornendo con estrema precisione le coordinate di latitudine, longitudine e altitudine direttamente da internet, usando Google Maps. L’azienda produttrice, la brasiliana ’’Lindelucy’’, ha presentato la nuova invenzione all’ Incontro Nazionale della Donna Moderna, a San Paolo. Chissà se , una volta immesso sul mercato, il reggiseno verrà apprezzato dalle donne.

IL VINO…DEI MAFIOSI
I Sopranos, la popolare serie televisiva statunitense su una famiglia mafiosa italo-americana del New Jersey, ora ispira anche il mondo del vino: e’ stata infatti lanciata negli Usa la linea di vini italiani Sopranos Wine, grazie a un accordo tra l’emittente produttrice del programma Hbo e la Vesuvio Import Company. La linea, distribuita dalla Duggan’s Distillers Products Corporation, comprende Chianti Classico Docg, Chianti Classico Riserva Docg, Chianti Docg, Pinot Grigio e Pinot Noir.
Il prezzo delle bottiglie, che possono essere acquistate anche su internet, oscilla tra i 15 e i 34 dollari. L’operazione di marketing può essere un’ulteriore opportunità per far conoscere ed espandere le vendite di vini italiani negli Usa ad una fascia di consumatori più ampia.

I SOLDI? LI FA COI VIDEO DEMENZIALI
Joel Moss Levinson, 28enne di Dayton, nell’Ohio, in poco più di un anno si è specializzato nel vincere gare indette dalle aziende per le migliori pubblicità amatoriali. Fino ad oggi ne ha vinte 11, ricavandone 200mila dollari tra contanti e premi. Da qualche tempo negli Usa le aziende, alla ricerca di nuovi spunti per attirare l’attenzione dei clienti, indicono delle gare in cui ogni partecipante presenta il suo spot personale.
Videocamera, pochi mezzi e tanta fantasia per ottenere premi che vanno dal viaggio gratuito all’assegno di 100mila dollari. Gli spot vincenti spesso sono demenziali, paradossali, ma funzionano.
”E’ grandioso essere pagati per fare l’idiota”, ha detto Levinson al New York Times, spiegando che nella primavera del 2007 partecipò a una di queste gare quasi per gioco. Levinson non aveva un lavoro fisso a quel tempo, e da qualche anno aveva abbandonato l’università. Vinse così la sua prima gara, sponsorizzata dalla Planet Smoothie, catena di caffè con base ad Atlanta. Sono seguiti altri 10 premi, consegnategli tra gli altri dall’assessorato al turismo del Klondike, dalla Delta Airlines, dal gruppo di pressione Israel Project.
Le pubblicità di Levinson hanno avuto successo: alcune sono state anche trasmesse in tv e le aziende non sembrano ancora stanche delle sue improvvisazioni. Il prossimo obiettivo è il Super Bowl: per l’occasione la Doritos, famoso marchio di nachos, popolare snack messicano, ha preparato un premio di un milione di dollari.

Rossella Ivone

 
 

Business Video