Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Natale in Rosso!

Del: 28/11/2008

Altro che Bianco Natale, quest’anno Natale sarà in rosso, almeno per le famiglie italiane. A farne le spese saranno soprattutto i beni di lusso. La fotografia sul mondo del lusso è stata scattata, come di consueto, nel corso del convegno Altagamma.

"La crescita sarà del 3% per un fatturato di 175 miliardi di  euro, contro il +6,5% dello scorso anno. Il vero problema sarà Natale ma non credo che avrà un impatto devastante, perché ci sarà anche un effetto positivo dalla rivalutazione del dollaro nell’ultimo trimestre", ha spiegato Claudia D’Arpizio, partner di Bain & Co, illustrando l’indagine condotta tra 220 brand del lusso mondiale.
Il "forte rallentamento" si verificherà nell’ultimo trimestre 2008, con una flessione stimata del giro d’affari delle imprese dell’1%, rispetto al +3,5% del terzo trimestre, al +2,6% del secondo trimestre e al +8,7% dei primi tre mesi dell’anno. La contrazione si avrà invece il prossimo anno e potrebbe essere del 2% (con punte di +2%) a tassi di cambio correnti e del 3-7% a cambi costanti.

"La crisi non ha ancora avuto un impatto sul settore, deve ancora iniziare. Settembre e ottobre per le imprese sono stati molto difficili", ha continuato D’Arpizio.
La speranza della crescita è confermata nei paesi emergenti - Russia, India, Brasile e in Asia-Pacifico - soprattutto in Cina, area dove la crescita quest’anno è vista del 15%, contro il -7% del Giappone ("il solo mercato in recessione da lusso"), la stabilità dell’America e la tenuta dell’Europa (+5%).
Faranno meglio le imprese italiane. Quelle aderenti ad Altagamma stimano un miglioramento dei ricavi in media del 5%, del 3% per la gioielleria, dell’11% per il design.

"Quest’anno avremo una crescita più limitata, rispetto agli ultimi quattro anni, ma pur sempre una crescita. Tra il 2005 e il 2007 il tasso medio è stato superiore al +8%. Il 2009 sarà invece un anno più difficile da programmare", ha sottolineato il segretario generale di Altagamma, Armando Branchini. A gonfie vele invece il mercato mondiale delle imbarcazioni di lusso, soprattutto quelle con prezzi di acquisto superiori ai 15 milioni di euro: non conoscerà la crisi, neppure nel 2009 secondo D’Arpizio.
La stima è di un aumento del fatturato quest’anno del 9% a 10,3 miliardi, con punte +15% per gli yacht fascia alta. Anno positivo quello che si sta per chiudere per l’arredamento di lusso, con un’attesa di +8% a 18,7 miliardi.
"Ci sarà un forte rallentamento nel 2009, se non addirittura una iniziale contrazione, a causa dell’andamento del real estate. Le attese sono di stabilità o di flessione intorno al 5%", ha concluso D’Arpizio.
Sulla stessa linea anche il comparto delle vendite online che cresceranno in Usa per il periodo natalizio del 12%, il tasso più basso mai registrato, secondo le stime di una rapporto diffuso dall’istituto Forrester Research.
La crescita prevista quest’anno rispetto al 2007 ammonta a 44 miliardi di dollari. Alla modesta crescita negli ultimi mesi del 2008 contribuirà anche una piccola percentuale di nuovi consumatori che scoprono per la prima volta lo shopping sul web, secondo Forrester.  Lo scorso anno, le vendite online per la stagione natalizia in Usa sono state di 39 miliardi di dollari, con una crescita del 18% rispetto al 2006. Natale nel segno della crisi dunque. Le aziende avranno un bel daffare nello studiare strategie e promozioni per solleticare la voglia di shopping dei consumatori!

Rossella Ivone

 
 

Business Video