Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

a2a

Del: 16/12/2008

 

 

 

 

 

Mercato
A2A è la prima multiutility italiana nella produzione e la distribuzione di energia. Nata nel 2008 dalla fusione tra le aziende storiche Asm Brescia e Aem Milano, con l’apporto di Amsa ed Ecodeco  (società ambientali eccellenti acquisite dal Gruppo), A2A è leader nazionale nel settore ambientale grazie agli oltre 3 milioni di tonnellate di rifiuti trattati, tra i quali 1,7 milioni utilizzati per produrre elettricità. Al primo posto tra le ex-municipalizzate italiane, con un fatturato superiore ai cinque miliardi di euro e un numero di clienti pari a circa 2 milioni, A2A è anche il primo Gruppo in Italia nel settore del teleriscaldamento; secondo operatore nazionale elettrico per capacità installata e volumi di vendita, con un primato nell’energia rinnovabile grazie ad una quota sostanziale ottenuta dall’idroelettrico, ben il 28%, terzo player nazionale nel settore del gas con oltre 2 miliardi di metri cubi venduti l’anno.
Oggi A2A, oltre ad assumere un ruolo di indubbio valore nel mercato energetico italiano, è protagonista anche in Europa grazie al controllo (congiunto a EDF) del colosso Edison, alle partecipazioni in Edipower e alla rilevante quota azionaria nella svizzera ATEL.
Nel maggio del 2008 A2A ha inoltre acquisito Cofathec Coriance, la società francese che opera nell’hinterland parigino e in altre importanti città come Digione e Tolosa con 20 impianti nel settore del teleriscaldamento e della cogenerazione.
Tramite Ecodeco smaltisce un terzo dei rifiuti di Londra e gestisce impianti  ambientali in Spagna, a Creta e in Scozia. I suoi brevetti sono richiesti da tutto il mondo.

Risultati
Con riferimento ai principali aggregati economici pro-forma dell’esercizio 2007, il Gruppo A2A presenta ricavi totali per 10.103 milioni di euro. Il margine operativo lordo è si attesta a 1.936 milioni di euro. Al 31 dicembre 2007 il gruppo A2A presentava un totale attivo consolidato pari a 17.396 milioni di euro e un patrimonio netto pari a 6.490 milioni di euro, di cui 3.880 milioni di euro di pertinenza del Gruppo e 2.610 milioni di euro di terzi. Risultati altrettanto importanti sono stati raggiunti in tema di sviluppo sostenibile e responsabilità sociale. Le basi che hanno permesso di raggiungere tali obiettivi affondano le proprie radici nella storia centenaria dei Comuni lombardi; aziende che hanno sempre accompagnato la logica dell’efficienza e di un equo profitto cercando di raggiungere uno sviluppo in grado di soddisfare i bisogni della generazione presenti garantendo anche quelli delle generazioni future.

Storia
Il colosso lombardo A2A nasce il 1 gennaio del 2008 con la fusione tra le due aziende energetiche storiche della città di Milano e di Brescia: Aem eAsm. L’idea prende forma nel 2006, quando il numero uno di Aem, Giuliano Zuccoli, suggerisce come soluzione all’impennata del greggio e alla concorrenza dei gruppi energetici stranieri un’aggregazione tra le lombarde Aem, Asm e l’emiliana Enia. Il progetto, accolto positivamente anche dal Presidente di Asm Renzo Capra, è elaborato e negoziato dai Consigli di Amministrazione delle due società lombarde per un anno e mezzo circa, fino al 22 ottobre del 2007 quando viene approvato in sede straordinaria dai soci di maggioranza: il Comune di Milano e quello di Brescia.La newco A2A debutta a Piazza Affari il 1 gennaio del 2008 con una capitalizzazione pari a 9,1 miliardi di euro, diventando immediatamente la capostipite delle multiutility nazionali. Azionisti di riferimento del colosso lombardo sono i comuni di Brescia e di Milano che controllano in modo paritetico la Società con una quota globale pari al 55%.

Prodotto
Energia, Ambiente , Cogenerazione/Teleriscalda-mento, Servizi idrici e Reti. Sono queste le aree di attività principali di A2A.
ENERGIA. Con 3.7 GW di capacità produttiva (6 GW a fine 2009), A2A è il secondo operatore elettrico nazionale. La produzione è assicurata da un portafoglio moderno e tecnologicamente avanzato di centrali idroelettriche e termoelettriche dislocate sul territorio lombardo. A questa va aggiunta la quota di produzione derivanti dalle partecipazioni di Edison e Edipower. Un mix energetico composto per il 28% da produzione da fonte rinnovabile idroelettrica (grazie alle 8 centrali in Valtellina alle quali si aggiungono altre più piccole in provincia di Brescia) e per il 47% da produzione termoelettrica (le due centrali di Cassano d’Adda, provincia di Milano, e Ponti sul Mincio, provincia di Mantova) . Una considerevole quota di energia elettrica è poi offerta attraverso la termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani realizzata grazie al termoutilizzatore di Brescia (il più grande di Italia), a quelli di Bergamo e di Milano (impianto Amsa-Silla2) e agli impianti della controllata Ecodeco.
A2A gestisce anche l’illuminazione pubblica, occupandosi direttamente della progettazione , esecuzione, gestione e manutenzione degli impianti. L’esperienza maturata negli anni ha consentito di coniugare l’aumento qualitativo dei punti luce con la riduzione dei consumi specifici, con risultati di elevata efficienza, valorizzando nel contempo il patrimonio artistico e monumentale urbano.
GAS. A2A è un importante attore del mercato nazionale del gas metano con oltre tre miliardi di metri cubi distribuiti all’anno nel Nord Italia, in Abruzzo, in Molise e in provincia di Salerno.
AMBIENTE. Un’ eccellenza di A2A è certamente la gestione dei rifiuti e la loro trasformazione in energia, settore in cui è al secondo posto, dopo la bolognese Hera, per quanto riguarda il trattamento, e al primo posto in Italia nella produzione di energia con circa 1.120 GWh. Un business importante e strategico che si avvale di impianti, tra i più innovativi, che permettono di smaltire i rifiuti in proprio tagliando i costi del servizio ai clienti e di trasformarli in combustibile solido per produrre energia e calore.
TELERISCALDAMENTO. Il gruppo A2A è attivo nella produzione, distribuzione e vendita di calore nelle città di Milano, Brescia, Bergamo ed in altri comuni dell’hinterland bresciano e milanese. Il calore è prodotto dalle centrali di cogenerazione e dai termoutilizzatori presenti sul territorio. A2A è inoltre impegnata a produrre ’calore pulito’ attraverso la realizzazione di nuovi impianti che utilizzano innovativi sistemi (ad esempio, le pompe di calore ad acqua di falda) in grado di ridurre le emissioni di CO2 nell’atmosfera.
ACQUA e ALTRI SERVIZI: A2A gestisce il ciclo idrico integrato della città di Brescia ed di altre aree lombarde. Il business riguarda: la captazione dell’acqua, la gestione degli acquedotti, la distribuzione idrica, le fognature e la depurazione. A2A si occupa inoltre di alcuni servizi di supporto destinati principalmente alle società del gruppo, ma anche, e in misura sempre più rilevante, per clienti esterni: servizi di ingegneria, information technology e costumer relationship management, gestione calore e facility management, gestione di gare e processi di approvvigionamento e realizzazione e gestione di reti di telecomunicazioni. 

Sviluppi recenti
Le linee guida del piano industriale del gruppo A2A 2008-2012 sono sicuramente l’acquisizione di nuove fette di mercato dell’energia, il consolidamento della leadership nelle aree ambiente/rifiuti, teleriscaldamento e reti. Nel prossimo futuro A2A conta di aumentare le vendite di energia elettrica puntando all’Estero,  anche rafforzando il trading nei Paesi dove è già presente, come Francia, Austria, Slovenia , Germania, Svizzera e Grecia. Tra gli obiettivi c’è inoltre il consolidamento dei rapporti industriali con la controllata Edison, chiamata a garantire l’integrazione verticale del gruppo nell’upstream del gas. Nel settore ambientale A2A punta a rafforzarsi in Spagna e in Inghilterra, e ancora in Italia dove le opportunità sono ancora molte. Per il 2012 il piano industriale di A2A prevede la realizzazione di 10 nuovi impianti di trattamento dei rifiuti e di un nuovo termovalorizzatore che si affiancherà ai cinque già in esercizio consentendo la crescita dei volumi trattati dagli attuali 3 milioni a 4 milioni di tonnellate l’anno. Per la fine del 2009, grazie anche agli asset rilevati dall’operazione Endesa Italia, la capacità installata del Gruppo toccherà quota 6.000 MW.

Promozione
A2A investe costantemente importanti risorse nella comunicazione aziendale, attraverso eventi, pubblicità, fiere e convegni per far conoscere in modo approfondito il nuovo marchio e la view aziendale, sia a livello locale e  nazionale che europeo. Con la liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica, avvenuta lo scorso anno con il decreto Bersani, sono state lanciate sul mercato nazionale attraverso campagne ad hoc, nuove offerte per i clienti. Costante anche la comunicazione territoriale con campagne sulla sicurezza gas, sulla tutela dell’ambiente e sui nuovi progetti in atto nel Gruppo. La Società, nonostante sia ormai un player di livello europeo e tra le prime 10 società a maggior capitalizzazione italiane, mantiene un forte legame con i cittadini dei territori dove è presente: promuove infatti il brand e i suoi valori affiancando costantemente le istituzioni locali attraverso sponsorship mirate legate ad eventi sociali e culturali, quali mostre, concerti ed eventi popolari.
Numerose anche le iniziative a supporto delle fasce più deboli come gli anziani, le comunità religiose e gli ospedali. A2A promuove la conoscenza del mondo dell’energia attraverso un’azione continua nelle scuole e nelle università sia attraverso borse di studio, sia inviando tecnici ed esperti negli istituti oppure "aprendo" i propri impianti con visite guidate; di notevole impatto la Casa dell’energia, una ex sottostazione elettrica ristrutturata e trasformata  in un museo dell’energia interattivo nel cuore di Milano dove i cittadini possono "toccare con mano" le meraviglie dell’energia.  A2A da sempre promuove l’arte in tutti i suoi diversi aspetti e diverse sono le opere restaurate grazie ai fondi donati.

Brand values
Uno dei punti forza di A2A è il servizio e l’assistenza ai clienti, nonché il rispetto del ambiente. E proprio l’ambiente è al centro di tutte le filiere di sviluppo del Piano Industriale 2008-2012.
Principio chiave della mission del Gruppo è la tutela, la valorizzazione e lo sviluppo del territorio locale, nonché il rispetto della tradizione imprenditoriale delle aziende che hanno fatto di A2A una realtà  solida e competitiva, capace di competere nel mercato europeo dei servizi energetici.

 
 

Business Video