Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Tutti pazzi per la terza generazione

Del: 05/04/2004

Secondo la ricerca 3G Monitoring, condotta in 10 paesi dal gruppo Taylor Nelson Sofres al quale appartiene l’italiana Abacus, il 42 % degli utilizzatori europei di telefoni cellulari è interessato ai servizi di terza generazione.

Ma l’aspetto positivo per gli operatori e per i produttori di cellulari è che la maggioranza degli user interessati sono pronti a pagare un surplus per i nuovi servizi e per i cellulari 3G.
Metà degli intervistati che affermano di essere interessati ai servizi 3G (ovvero il 21% di chi usa un cellulare) pagherebbe un costo aggiuntivo da 6 a 10 euro al mese per alcuni servizi come MMS, Internet ad alta velocità ed e-mail.
Nel rapporto si evidenzia che la spesa mensile media di un user europeo di telefono cellulare è al momento di 26 euro (20 euro per le schede pre-pagate e 37 euro per i contratti); gli operatori hanno quindi buone potenzialità di incrementare in modo consistente il fatturato medio per utilizzatore (ARPU).
Inoltre, coloro che sono interessati ai servizi 3G sono propensi a pagare un cellulare di terza generazione più di quanto abbiano pagato il loro attuale cellulare.
All’interno di tutti i paesi monitorati, la maggioranza degli intervistati sarebbe disposta a pagare oltre 330 Euro per un cellulare 3G. Tuttavia questo valore cambia notevolmente da paese a paese in relazione, tra le altre cose, al fatto che in alcuni paesi come in Francia e UK gli operatori telefonici garantiscono, con sovvenzioni, prezzi poco elevati.

 Andrea Alemanno, Responsabile ricerche sulle Telecomunicazioni di TNS Abacus spiega: “In alcuni paesi il fatto che gli operatori abbiano garantito prezzi contenuti dei cellulari potrebbe comportare un maggiore scoglio all’introduzione dei 3G. Se gli operatori scegliessero di non sovvenzionare i nuovi cellulari gli user potrebbero rimanere scioccati nel trovarsi a dover pagare molto di più rispetto agli attuali cellulari”.

A quali servizi gli utilizzatori sono maggiormente interessati?
Tra gli utilizzatori europei che hanno espresso interesse verso l’utilizzo delle applicazioni 3G, la maggioranza è interessata all’invio e ricezione di e-mail sul proprio cellulare (77%) o all’uso delle videotelefonate (77 %). Sono invece meno interessati a scaricare musica e alla visione di video clips (rispettivamente il 47 % ed il 40 %).

A chi interessano i cellulari di terza generazione?
In media, il 42 % di tutti gli utilizzatori è interessato. Gli user dell’Est Europeo mostrano maggiore interesse verso le applicazioni 3G rispetto all’Ovest Europeo. Il 59 % degli utilizzatori in Turchia ed il 51 % in Polonia dice di essere interessato paragonato a solo il 34 % in Olanda e UK. Solo il 36 % delle donne è interessato contro il 48 % degli uomini.

Quali operatori sono avvantaggiati?
Non stupisce che gli user Europei ritengano che il principale operatore nazionale sia in grado di offrire i servizi 3G più affidabili nell’immediato futuro. In una scala da 1 a 10 (dove 10 significa “alta capacità” di fornire in modo affidabile i servizi 3G ), gli utilizzatori Europei di cellulari danno mediamente un voto pari a 7 agli operatori nazionali. Sono i provider piccoli, quelli con meno del 20 % di quota mercato, che dovranno convincere di essere in grado di offrire i servizi 3G in modo affidabile. Il nostro studio evidenzia che gli atteggiamenti nei confronti dei cellulari di terza generazione cambiano ma gli operatori, specialmente i più piccoli, avranno bisogno di tempo ed ulteriori sforzi per far percepire ai potenziali user sia i vantaggi dei servizi 3G che l’affidabilità dei servizi da loro forniti”.

 
 

Business Video