Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

La tv digitale come mezzo per l’entertainment-3

Del: 05/04/2004

Nel corso di Milia/ Mip Tv 2003 sono emerse alcune indicazioni utili per capire il futuro dei mobile devices e della televisione digitale come mezzi per l’entertainment.


La grande sfida del mobile

Nel nostro Paese, il telefono cellulare rappresenta il secondo mezzo dopo la televisione in termini di penetrazione nelle famiglie italiane.
Guy Laurence, CEO di Vodaphone Global Content, ha sottolineato l’esistenza di un mercato di 240 milioni di utenti mobili in Europa e ha stimato in 75 milioni di euro, il fatturato entro i prossimi quattro anni dei servizi su device mobili.
Entro il 2005 più di 400 milioni di telefonini Java enabled rappresenteranno a livello globale un potenziale formidabile per il mercato dell’entertainment.
Nel 2010 secondo Domenica Dinkhelle, direttrice del Mobile Entertainment di Siemens, i “mobile data service” saranno pervasivi a livello mondiale per almeno il 50% dei dispositivi mobili.
Si sta già verificando una tendenza molto interessante, in un prossimo futuro gli operatori telefonici tenderanno sempre meno ad essere i maggiori vettori nella vendita agli utenti di loghi suonerie e giochi.
Sono diversi gli operatori che si stanno attrezzando per veicolare servizi mobili legati all’entertainment (operatori della televisione come Sky, operatori della grande distribuzione come Tesco, portali come Yahoo e Lycos, ma anche distributori automatici posti in catene come Mc Donalds o sistemi di IVR).
Il mercato dei contenuti su mezzi mobili decollerà se verrà costruito un ecosistema in cui i diversi attori coinvolti potranno partecipare in modo equo alla distribuzione delle revenue. Un ulteriore impulso al mercato sarà dato dalla lotta alla pirateria e dall’affermazione di un sistema per la gestione dei diritti sui contenuti.
Thomas Kunstner, vice presidente media e telecomunicazioni di Booz Allen Hamilton in Germania ha delineato una situazione di mercato del “mobile” in continua evoluzione.
“Content provider come Disney e Sony stano cercando di aumentare le loro revenue attraverso i loro brand e le loro property, operatori come Vodafone, stanno investendo milioni di euro nello sforzo di offrire ai loro clienti entertainment attraverso i loro portali. Produttori di apparecchi mobili (come Siemens ndt) stanno cercando di aumentare il valore d’uso dei loro prodotti inserendovi contenuti di entertainment (loghi, suonerie e giochi).
Aziende come Microsoft stanno usando l’esperienza acquisita sul mercato dei PC per costruire la loro value proposition per i software e per i servizi per i dispositivi mobili.
Kunstner ritiene che tali sforzi dovrebbero presto essere compensati. Solo il mercato di loghi e suonerie che rappresenta una nicchia dell’universo dell’entertainment su mezzi mobili rappresenta oggi un business da diversi milioni di dollari.
Basta aggiungervi il business di contenuti attraverso sms per avere un segnale chiaro di ciò che i consumatori richiedono e per cui stanno dimostrando una forte propensione al pagamento di tali servizi.
Come qualcuno ha giustamente fatto notare, il mobile business non può limitarsi ai loghi, alle suonerie ed ai giochi, tuttavia solo il business generato da queste applicazioni permetterà di trovare adeguate risorse per lo sviluppo di servizi realmente a valore aggiunto.
Il mercato sembra avere superato la prima fase di euforia caratteristico della “new economy” e anche quello della sfiducia della “post new economy”; la legge delle sopravvivenza economica delle imprese ha imposto come una doccia fredda il ritorno alla razionalità, ai numeri ed ai business sostenibili.
Se è vero che il Milia ed il Miptv anticipano le tendenze, qualcosa di importante è destinato a succedere molto presto. Voi cosa ne pensate?

                                                               Maurizio Goetz
                                                         Consigliere Direttivo
AISM 
                                        Consulente di Marketing Digitale

                                                    m.goetz@infinito.it

 
 

Business Video