Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Scenari di globalizzazione

Del: 21/05/2004

 Guarda il nostro servizio!

Grande partecipazione di pubblico e problematiche di grande respiro hanno caratterizzato la IV Infopoverty World Conference che si è tenuta a Milano il 29 e 30 aprile.
Tema dell’evento la Lotta alla povertà attraverso l’implentazione dei servizi ICT per lo sviluppo.

Questa edizione è partita dalla considerazione che la scelta della larga banda satellitare e ad alta capacità di connettività internet sia ineluttabile soprattutto per i Paesi in via di sviluppo.

Migliorare le condizioni di vita di interi popoli è un obiettivo che può essere raggiunto con le nuove tecnologie in quanto queste, sebbene non riescano a portare fisicamente acqua e cibo, tuttavia possono efficacemente dare le informazioni necessarie su come procurarlo.

Questi servizi sono ancora in fase d’incubazione, ma è necessario esplicitarli al fine di dare un’ accelerazione operativa alla messa in opera di programmi efficaci e al passo con l’evoluzione delle tecnologie.
Occorre, infatti tenere presente quanto queste innovazioni, governate dai Paesi ipersviluppati, siano spesso dissipate in applicazioni futili, con potenti strumenti ridotti a gadget: difficilmente l’uomo di marketing occidentale immagina le esigenze di popolazioni e culture a lui estranee, eppur feconde di risultati anche economici – come dimostra il boom della telefonia mobile in Africa o in America Latina, con incrementi spesso superiori a quelli degli USA.
Una nuova visione che mobiliti le tradizionali strutture produttive – ora in fase regressiva – verso la soddisfazione delle molteplici esigenze della popolazione mondiale ancora in vario modo esclusa dallo sviluppo, è fattore di forte rilancio dell’intera economia mondiale.

Dare consapevolezza a disegni strategici più ampi del marketing corrente, è stata una delle mete della conferenza, che con l’apporto dei protagonisti della rivoluzione digitale da Mustafa Taysir Al-Ghanem, dell’IFAD a Neziha Ben Yedder, Ministro delle Pari Opportunità della Tunisia, a Houcine Ouadi ,delegato del Comitato World Summit on the Information Society, Tunisi 2005 ha cercato di superare i molti steccati che ancora bloccano un’efficace spinta allo sviluppo.

Durante il convegno sono state inoltre formulate numerose istanze affinché l’avvento di Internet 2 e della larga banda satellitare, possano costituire veramente una svolta positiva, sia in ordine economico sia scientifico-culturale: ne hanno parlato fra gli altri Guido Podestà, vice presidente del Parlamento Europeo, Cristiana Moscardini, onorevole europea, Antonio Emmanueli, presidente SMAU e Pierpaolo Saporito, presidente di OCCAM.

Le loro impressioni e le numerose problematiche emerse nel nostro servizio.

                                                                 Rossella Ivone

 
 

Business Video