Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Il reality sbarca in radio

Del: 17/06/2004

Sabato 26 giugno il reality show sbarcherà per la prima volta in radio.
A lanciare l’esperimento è Igor Righetti, ideatore e conduttore del programma sui linguaggi della comunicazione “Il ComuniCattivo”.

Il laboratorio mediatico del “ComuniCattivo” promuove il reality in radio intitolato “In radio veritas”. L’obiettivo è di concentrare l’evento sugli elementi caratterizzanti del linguaggio e in particolare sulla forza della parola come strumento di approccio, di interazione e di persuasione.
I dodici ospiti in studio, tutti vip, selezionati in base alla diversità degli iter professionali e alla differenza dei temperamenti, costituiranno una piccola comunità eterogenea per 12 ore non stop, dalle 10 alle 22, senza cellulari né orologi.
Potranno portare in studio il quotidiano e il periodico preferiti, un libro, un cd e un oggetto al quale sono affezionati.
Lo studio sarà allestito come una sorta di redazione con quotidiani del giorno, periodici e libri.
Altri venti ospiti vip interverranno via telefono per suggerire spunti di riflessione e per partecipare ai dibattiti.
Non ci sono copioni, sarà tutto rigorosamente improvvisato.
Gli ospiti interagiranno tra loro sugli argomenti che di volta in volta proporrà “Il ComuniCattivo” Igor Righetti, su temi che loro stessi potranno lanciare e su spunti di riflessione che gli ospiti esterni proporranno al telefono.
Il pubblico potrà seguire l’esperimento in diretta via webcam sul sito Internet di Radio 1 e interagire con gli ospiti attraverso sms  ed e-mail.
Spiega Igor Righetti, giornalista e docente di Linguaggi della comunicazione all’università La Sapienza di Roma: “Viviamo in un’epoca in cui l’esternazione della propria individualità in un contesto di integrazione forzata con altre personalità, nel disagio di habitat isolati e in condizione di esilio, si è imposta come lo show più redditizio del terzo millennio perdendo di vista l’intento primario e cioè di essere un evento di sperimentazione mediatica. Le persone sono ormai abituate ad allenare soltanto l’occhio e sempre meno l’orecchio. Da molti studi fatti sulla comunicazione è emerso che il pubblico riceve appena il 7 per cento delle parole contenute in un messaggio; il rimanente 93 per cento dell’attenzione è attratta da movimenti del corpo, espressioni, sguardi situazione, da quello che in gergo tecnico viene chiamato metalinguaggio. Convince molto di più un sorriso di una frase.
‘Il ComuniCattivo’ attraverso il proprio laboratorio mediatico ‘In radio veritas’ intende recuperare il valore fondamentale del reality e cioè l’ autenticità dell’operazione di isolamento di una piccola comunità nell’analisi oggettiva dei risvolti possibili, sia dal punto di vista della comunicazione verbale sia sotto il profilo della comunicazione comportamentale, all’interno di un gruppo che può soltanto far leva sull’uso della parola”.

 
 

Business Video