Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Il mercato pubblicitario internazionale verso la ripresa

Del: 25/06/2004

Guarda il nostro servizio!


Un comparto in crescita, che ha invertito la tendenza rispetto a qualche anno fa: questa la fotografia del mercato pubblicitario internazionale presentata nell’ambito di un convegno organizzato da Nielsen Media Research in collaborazione con IAA- International Advertising Association.

Paolo Duranti, managing director di Nilelsen Media Research, ha delineato lo scenario attuale e, in base ai dati rilevati, ha definito le previsioni per la fine dell’anno.
L’ incoraggiante inizio, che ha registrato una crescita di ben 6,4 punti percentuali rispetto alle previsioni (8,3% nel primo trimestre, contro il previsto 2,9%), lascia ben sperare per tutto il 2004: della ripresa stanno traendo beneficio tutti i media, in particolare la televisione che si rafforza ulteriormente, mentre Internet scala posizioni sulla via di uno sviluppo costruito sul difficile ma altamente potenziale sfruttamento dell’interattività.

Se nel complesso il mercato pubblicitario è dunque in crescita, tuttavia restano portanti alcuni settori come distribuzione, auto, media e entertainment (specie negli USA), mentre si attende la piena maturazione di finanza e telecomunicazioni.

Il mercato italiano in particolare vede una crescita notevole della distribuzione, con una presenza nuova e convinta a sostegno dei consumi che invece stentano a decollare.

In discesa libera invece i servizi e il turismo, in assoluto il settore con il maggiore calo in investimenti pubblicitari.
Fra le grandi novità di quest’anno nel settore pubblicitario l’affacciarsi dei Paesi emergenti come Indonesia, Ungheria e Cina -in pole position rispetto agli altri nuovi mercati- che per la prima volta nel 2003 ha visto un brand internazionale in vetta al ranking.

E mentre nuove realtà si affacciano al panorama pubblicitario, facendo balzare ai vertici delle classifiche i settori cosmetico e salute, Svezia e Olanda si confermano i maggiori shopper online, con un utilizzo della Rete molto superiore rispetto alle medie internazionali.

Coinvolgere maggiormente i consumatori e far conoscere loro tutte le potenzialità del web, resta uno scopo a cui le aziende dovrebbero tendere, ha concluso Lorenzo Montagna, autore del libro Lavapiubianco, auspicando l’ausilio di formule di marketing alternative a quelle tradizionali.

                                                         Rossella Ivone


Per approfondire nei dettagli la relazione di Nielsen Media Research, consulta il documento allegato!

 
 

Business Video