Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

La creazione ansiosa. L’energia del progetto

Del: 28/06/2004

Nel percorso di valorizzazione del mondo della moda, quest’anno il progetto di tesi di fine Anno Accademico per gli studenti di IED Moda Lab prende spunto e ispirazione dalla Mostra intitolata “La creazione ansiosa – da Picasso a Bacon” , allestita a Verona fino all’11 gennaio 2004 presso Palazzo Forti, che ha raccontato la frattura tra linguaggio artistico ottocentesco e moderno, la nascita straordinaria di numerosi nuovi linguaggi dopo la rivolta contro i modelli interpretativi tradizionali e la perdita di ogni riferimento culturale.
Agli studenti di IED Moda Lab, affiancati dal lavoro dai giovani hair stylist di Art Hair Studios, partner di Wella, viene chiesto di riflettere sulla “spinta ansiosa” che incita e sprona la ricerca di nuove dimensioni per la creatività…abiti, acconciature e accessori che rispecchiano nuovi modi espressivi, consapevoli o contrari a ogni regola, ma in grado di rappresentare i nuovi stati d’animo, per superare spaesamento e inquietudine...
I 98 studenti del Corso di Fashion Design di IED Moda Lab Milano, lavoreranno sul concetto di ansia come stato di agitazione e incertezza che però diventa motore di un’analisi profonda e veritiera
Il progetto sfocerà nella Sfilata intitolata “La creazione ansiosa. L’energia del progetto”, prevista presso La Triennale di Milano, in coerenza con il desiderio di contribuire a diffondere la percezione della Moda come una forma d’arte, arricchendo il progetto con contributi artistici e culturali. 
Durante il mese di maggio, infatti, è prevista l’organizzazione di un casting all’interno delle Scuole interessate per rinnovare l’iniziativa già proposta durante il mese di luglio 2003 presso le città di Napoli e Roma, che ha riscontrato un ottimo interesse da parte delle giovani studentesse.
Il progetto continuerà anche durante il mese di settembre 2004 a Verona: proprio presso la città punto di partenza e base dell’intero percorso, è prevista infatti una Mostra, allestita con i migliori abiti realizzati dagli studenti e ulteriormente arricchita da una breve Sfilata delle creazioni più rappresentative.
Ansia di comunicazione: per rendere comprensibile un contenuto, che sia sussurrato, detto, o gridato. Volere o dover comunicare un messaggio al mondo, a una categoria di persone, all’amato. I colori adatti sono primari, forti, molto scuri, come il nero. I materiali sono il jersey, i sintetici, il nylon e i poliesteri sport, la maglieria, le stampe, i cotoni pesanti e il denim.
Ansia di riconoscimento: ansia che deriva dal riconoscere la propria individualità o rivendicare l’appartenenza ad un gruppo attraverso i momenti di incontro o scontro. I colori utilizzati sono molto scuri, come i falsi neri, molto forti e brillanti o molto contrastati.
I materiali suggeriti sono lane, cotoni, fibre pure molto leggere.
Ansia di evasione: il concetto di evadere per proteggersi; fuggire per continuare a sognare o per dimenticare consapevolmente, raggiungere una libertà creativa. Colori naturali, tinti a mano, scoloriti oppure solari. I materiali sono lane ultramorbide, flanelle, aspetti grezzi, decorazioni etniche.
 
 

Business Video