Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

I speak permission marketing

Del: 26/07/2004

Dal 1954, anno della fondazione, Shenker si occupa di insegnare la lingua e la cultura inglese in Italia.
Una metodologia studiata appositamente per l’insegnamento agli italiani caratterizzata per l’attenzione posta alla lingua parlata, alla pronuncia, alla continua verifica dell’apprendimento e dei progressi fatti, all’acquisizione della lingua per comunicare e non solo per parlare.
Un insegnamento basato sull’apprendimento con materiali didattici ‘testati’ in classe, a cui fa seguito una reportistica puntuale che tiene monitorati i progressi degli iscritti.
Ma come fa un centro che vanta 35 sedi in Italia, e che non sposa una politica di massmarketing, a contattare i propri potenziali iscritti?



La prima pubblicità? Quella degli iscritti

Barbara Santoro, amministratore delegato di The Shenker Method, racconta le modalità di contatto per ‘coinvolgere’ nuovi iscritti.
“In realtà noi di Shenker non ricorriamo in maniera massiccia al massmarketing, rifiutando a priori i grossi investimenti in advertising che ciò implicherebbe.
Il principale motivo sta nella natura stessa del metodo Shenker che, prevedendo delle classi con un numero limitato e chiuso di iscritti, ha di conseguenza bisogno di un marketing promozionale molto mirato.
A Shenker non interessa rivolgersi a un generico ‘tutti’, preferendo invece indirizzare i propri sforzi a due ‘categorie’ di potenziali clienti: il mondo delle aziende, che vogliono investire per formare il proprio personale e che hanno bisogno di conoscere, momento per momento, la situazione formativa dell’iscritto; e i singoli individui che, mossi da un interesse proprio, sono già in partenza motivati nell’intraprendere lo studio dell’inglese con Shenker.
Ciò non esclude, comunque, una comunicazione sul territorio concentrata in alcuni momenti dell’anno: l’autunno (in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico) e all’inizio del nuovo anno”.

La principale fonte di pubblicità-promozione resta comunque quella basata sul passaparola, infatti “Spesso fra i nostri iscritti arriva la terza generazione, ossia i figli dei figli che, grazie al passaparola e all’esperienza positiva maturata dai parenti, decidono di iscriversi e di provare il nostro metodo”.

Leggi tutto l’articolo su mkt!

 
 

Business Video