Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Il mio Zimbawe

Del: 20/10/2004

L’esperienza di Cristina Francesconi, volontaria Cesvi raccontata dalla stessa protagonista:

"...Therry ha tre anni ed aveva bruciature su tutto il corpo. Il giorno in cui sono arrivata all’Ospedale Saint Albert mi hanno detto che non avrebbe superato la notte, troppe infezioni.

Ma alla vista di un giocattolo gli occhi di Therry si sono illuminati di gioia e non ha voluto mollare. Oggi Therry sta bene ed è tornato a casa. È una bellissima notizia. Nelle mie foto c’è parte di quello che hanno visto gli occhi di una imbianchina/clown in Africa. Il resto è dentro di me, conservato per sempre tra quelle esperienze capaci di spostare di qualche grado l’ampiezza dell’angolo visivo sul mondo.

Prima di nove mesi fa, di Zimbabwe avevo sentito parlare poche volte e meno ancora di Nevirapina, di farmaci antiretrovirali e di un’associazione chiamata Cesvi. Poi una serie di coincidenze e un desiderio che portavo da sempre dentro di me mi hanno fatto conoscere il Cesvi, il suo impegno, i risultati e le difficoltà di un Paese.

Oggi per me tornare al St. Albert’s Hospital è un po’ come tornare a casa. Ho ritrovato tante facce amiche, mi sono stupita e commossa nel vedermi saltare al collo bambini che avevo lasciato sette mesi prima, nel sentirmi chiamare per nome dai tanti che si fermavano per strada..."


...continua a leggere la storia della volontaria Cesvi e leggi le altre testimonianze, clicca qui

 
 

Business Video