Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

SMAU: e-commerceland

Del: 27/10/2004

Giulio Finzi, fondatore di Costameno e ideatore dell’area dedicata al commercio elettronico in Smau traccia un bilancio dell’iniziativa e dell’e-commerce in generale in Italia.
I dati sono stati rilevati in tempo reale da TradeDoubler su 12 dei 33 siti presenti nell’area: 10.000 compratori online in fiera per oltre 15.000 transazioni e un fatturato sui 12 siti Internet tracciati di quasi 300.000 Euro solo nei primi 4 giorni di fiera.

Beppe Grillo, a sorpresa tra i visitatori di e-commerceland, si dichiara sostenitore del commercio elettronico soprattutto per la sua utile funzione di comparare i prezzi prima di comprare.

Aggiornati i dati di ANEE-ASSINFORM e presentata dall’associazione la seconda edizione dell’Oscar e-commerce, organizzato con il Ministero delle AttivitÓ Produttive.
2 miliardi di Euro il fatturato dell’e-commerce italiano con una crescita del 68% rispetto al 2003, 2 milioni gli shopper e oltre 10 milioni coloro che si informano online prima di comprare.

I vantaggi rilevati dagli shopper soprattutto in termini di costo e di possibilitÓ di comparare i prezzi prima di comprare.
Per l’82,3% degli info-shopper i motori di ricerca sono il punto di riferimento per cercare informazioni prima di acquistare.

Nell’area dedicata al commercio elettronico anche Canale d di Home Shopping Europe, il primo canale televisivo che ha ottenuto l’autorizzazione per il digitale terrestre che consente di comprare su Internet anche con la tv.
"Proprio per far superare le ultime resistenze degli italiani verso l’acquisto online abbiamo dato vita lo scorso anno a e-commerceland. - ha commentato Giulio Finzi, fondatore di Costameno.it - I numeri ci danno ragione, lo scorso anno molti dei visitatori che hanno provato a comprare online in fiera sono rimasti clienti dei siti Internet conosciuti in Smau. Solo sperimentando la comoditÓ del servizio e provando dal vivo che non esistono rischi, l’italiano impara ad affidarsi anche alla rete per fare i suoi acquisti o anche solo per confrontare i prezzi prima di comprare online e offline. Si tratta di un segnale importante che proviene dai consumatori che sono sempre pi¨ attenti e oculati nella spesa, soprattutto alla luce dei forti rincari dei prezzi dell’ultimo periodo."

 

 
 

Business Video