Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Globalizzazione

Del: 08/03/2002

Il tema trattato dall’illustre autore è tra i più attuali e controversi del momento. Come spesso accade, un termine può essere inteso in modo assai diverso - se non addirittura opposto - secondo l’aspettativa di cui viene caricato.
Da un lato i "falchi" del turbo-capitalismo finanziario, liberista allo spasimo, lo intendono come la necessità, la prospettiva per intensificare quel processo di sviluppo mondiale che favorisce la concentrazione finanziaria ed industriale, ponendo un potere sempre maggiore in un numero di mani sempre minore. Risultato prevedibile: un’areola di Nord in un pianeta di Sud.
D’altro canto, il termine viene inteso come irrinunciabile opportunità per diffondere sviluppo e benessere ed ampliare i confini della società civile e democratica ove l’uomo possa prevalere sulla macchina e riesca a sconfiggere gravi realtà ancora libere di far soffrire milioni di persone: fame, carestie, mortalità infantile, malattie, disoccupazione ed altri mali ancora, offensivi della dignità umana. Entrambi puntano sullo "sviluppo" ma differiscono sulla destinazione di esso.
Ridicola e criminale allo stesso tempo, ad esempio, l’idea di brevettare il riso basmati che gli indiani coltivano da almeno cinquemila anni e del cui brevetto non sentono, a ragione, alcuna necessità. Tra un po’ ci brevetteranno anche il respiro…. pur di racimolare qualche soldo.
H. Schmidt, dall’alto della sua grande ed intensa esperienza di Cancelliere della Repubblica Federale Tedesca e quale autorevole esponente della socialdemocrazia mondiale, propone una lettura del fenomeno "globalizzazione" in termini molto equilibrati, contribuendo con alcune sue affermazioni su fatti storici, ad un tentativo di migliore metabolizzazione del recente passato tedesco, da parte dei suoi connazionali. E, conseguentemente, ad evidenziare come le democrazie europee abbiano tutti i numeri per ESSERE una federazione di Stati che non deve essere succube dell’America in nessun campo.
Le considerazioni esposte da H. Schmidt nelle conferenze che hanno dato vita al volumetto, aiutano il lettore ad orientarsi meglio nella ribollente evoluzione del mondo e stimolano nel lettore riflessioni su alcuni temi fondamentali di oggi:
- Fondamentalismo religioso
- Disoccupazione
- Liberismo rampante
- Iperregolamentazione
- Deregulation
- Sviluppo sostenibile
- Ecologia
- Evasione fiscale
- Commercio equo-solidale
- Turbofinanza
Un testo da non perdere e da consultare frequentemente per vivere ed agire consapevolmente il proprio ruolo di professionisti e cittadini del mondo, per aiutarci a cogliere le opportunità e ad evitare i pericoli di quest’attuale tendenza.

N.B. Le opinioni espresse nel commento dei testi proposti NON rappresentano l’opinione ufficiale dell’Associazione ma solo il punto di vista del recensore.

 

 
 

Business Video