Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Il Retail nel 2010

Del: 12/11/2004


Il panorama della comunicazione sta profondamente cambiando.
Lo rivelano numerosi studi condotti in questo senso.


A delineare le tendenze in atto e a prospettare possibili scenari futuri, la ricerca "Retail 2010" condotta da Carat Italia, volta a individuare gli ultimi sviluppi dello scenario media e dell’evoluzione del consumatore e dei luoghi d’acquisto.

Nel panorama attuale, infatti, la tradizionale distinzione tra mezzi classici e attività collaterali (“above” e “below the line”) risulta sempre più sfumata: i confini della comunicazione si allargano.
Si diversificano i veicoli, aumentano le occasioni di accesso al consumatore che di fronte a un panorama complesso assume comportamenti di fruizione sempre più schizofrenici, orientati all’utilizzo simultaneo dei mezzi e al multi-tasking, ma soprattutto è in grado di filtrare i messaggi.

Il consumatore diventa più mobile e difficile da catturare e per tale ragione si rende sempre più necessario aumentare le occasioni di coinvolgimento del proprio target e rafforzare i momenti di contatto, ricorrendo a quei supporti tradizionalmente non media e convertendoli in nuovi veicoli, ma soprattutto creando l’esperienza della marca attraverso l’utilizzo dei nuovi canali.

Al centro di questo processo si pone il consumatore, sempre più esigente, critico ed eclettico, che chiede informazioni chiare in un’atmosfera ludica e rallegrante.


L’elemento chiave nel contesto di consumo è il concetto di shopping experience: il rapporto tra marca e consumatore si istituisce e si rafforza grazie a una relazione che passa attraverso la proposta di vissuti inediti e l’attivazione di diversi canali di comunicazione e forme di linguaggio più sofisticate, allusive, deduttive che riescono a rendere tangibile il mondo della marca.

L’atto stesso dell’acquisto, sino a poco tempo fa considerato come la naturale risposta a un bisogno, va caricandosi di valenze immateriali. Dal semplice consumo di un bene o di un servizio si trasforma in un’esperienza a 360 gradi, cui è richiesto di coinvolgere ed emozionare per la sua unicità e memorabilità.
Di questa esperienza il prodotto rappresenta spesso solo un tassello, all’interno di un più generale ambiente comunicativo che deve essere in grado di sedurre i sensi e stimolare la mente. Quest’ultimo è costituito anche dal moderno punto vendita, inedito teatro del nuovo shopping postmoderno e canale alternativo per contattare un consumatore dai bisogni molteplici e a rischio di overdose informativa.


 

 
 

Business Video