Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Crescita e competitività

Del: 21/02/2005

Approfondisci le tematiche emerse, guarda il nostro servizio!


Far fronte alle sfide che il mercato italiano sottopone alle aziende attraverso strategie di crescita coordinate e vincenti, questo il tema del convegno “Crescita e competitività oltre il 2005” organizzato da ADP e Business International.

Ad aprire i lavori un interessante intervento del prof. Carlo Maria Guerci, Ordinario di Economia Politica, dell’ Università di Milano che ha sottolineato la necessità di un sostegno corale dell’industria e del Governo per rilanciare davvero la nostra economia, che rischia di essere altrimenti affossata dalla concorrenza agguerrita dei competitors stranieri e asiatici in primo luogo.

“Accrescere la competitività e colmare i ritardi del sistema produttivo dell’Italia sono obiettivi che richiedono l’impegno della classe politica e delle parti sociali che devono adoperarsi attivamente per questo rafforzamento. La stessa piccola industria, che ha dato all’Italia crescita e benessere, ha bisogno di essere affiancata da un robusto settore di medie e grandi industrie, senza il quale essa stessa sarebbe fragile e precaria” ha affermato durante il suo acceso intervento.

"Un Paese che non punta sulla ricerca, non punta sul proprio futuro: l’Italia perde competitività e rischia di essere esclusa dalle sfide dell’economia globale. Per questo deve puntare sull’innovazione, modificando la struttura economica, rimasta sostanzialmente immutata negli ultimi dieci anni" ha aggiunto in un comunicato Michele Perini, presidente di Assolombarda.

E’ necessario dunque avvalersi di più strategie per combattere la guerra a tutto campo che il mercato ci pone.
Una di queste è l’outsourcing.
Le nuove tendenze di mercato dimostrano che sono sempre più le imprese italiane che si orientano alla terziarizzazione dei propri processi produttivi interni per aumentare l’efficienza e migliorare i propri margini.
Se in America numerose aziende hanno già sperimentato come l’outsourcing totale di alcune funzioni di staff, aumentando la motivazione delle risorse e la loro efficienza, in Italia gli imprenditori sono restii ad affidare all’esterno i servizi non attinenti il core business.

“Concentrarsi sul core e affidare a terzi gli altri processi produttivi è la soluzione strategica che le nostre aziende dovrebbero perseguire e che ci porterebbe a un maggiore grado di internazionalizzazione, fondamente per il rilancio del nostro sistema Paese” ha sottolineato Guido Nicola, vice presidente di Bain & Company.

A dimostrare l’importanza dell’outsourcing e il suo valore strategico nelle scelte aziendali, sono intervenuti manager di aziende italiane e straniere che hanno mostrato le loro case history.

Per conoscerle e approfondire i contenuti del convegno, guarda il nostro servizio!

                                                            Rossella Ivone

 
 

Business Video