Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Welcome on board

Del: 25/03/2005

Welcome on board” questo il claim con cui si sono presentate le strategie e le iniziative per sostenere l’avventura di Luna Rossa fino al 2007, anno della 32° American’s Cup che avrà luogo a Valencia.

Relatori di prestigio hanno tenuto la conferenza stampa lo scorso 15 marzo a Milano: il presidente di Telecom Italia, Marco Tronchetti Provera con i suoi partner Carlo Croce, presidente dello Yachting Club Italiano e Patrizio Bertelli, presidente del Gruppo Prada.

La sfida che il Gruppo Telecom intende affrontare è duplice: portare la Coppa America in Italia e, soprattutto, avvicinare sempre più persone al mondo della vela.
Per queste ragioni Telecom Italia ha deciso di dare vita a iniziative di formazione, rivolte in modo particolare ai giovani: la più innovativa è la Bmw Match Race Academy, voluta fortemente da Bertelli, visto che l’Italia ancora non ha una vera e propria scuola di Match Race.

La scuola velica di Luna Rossa, invece, utilizza le imbarcazioni personalizzate come il challenger dell’American’s Cup con maestri d’eccezione.
Entro il 2007 Telecom ha in programma di aprire 12 scuole di vela sul territorio nazionale. 

L’interessamento al mondo velico da parte del grande pubblico è nato dal fenomeno Luna Rossa, come è stato Alberto Tomba per lo sci alpino: questo ha generato un avvicinamento verso una disciplina che fino a ieri era considerata di elite. Inoltre nella prima Coppa America in cui ha partecipato Prada, in Nuova Zelanda, la vela ha creato momenti definiti di “happening” oltre che diventare argomento di discussione tra gli italiani che si sono cosi scoperti esperti di strambata e virata.

Un’altra considerazione da fare è come la Coppa America in Nuova Zelanda abbia permesso ai media di attrarre investitori pubblicitari sulle reti nazionali in fasce orarie mai considerate dalle aziende.

Dietro a tutte queste iniziative c’è una grossa operazione di marketing e un altrettanto grosso investimento finanziario, come proprio il caso di Bertelli che attraverso Luna Rossa ha lanciato la linea moda Prada Sport, riscuotendo un enorme successo e rissolevando le sorti dell’azienda che all’epoca non stava navigando in buone acque.
L’American’s Cup è una vetrina molto interessante per una nazione perché con i suoi 340 milioni di telespettatori, rappresenta il terzo evento sportivo più seguito al mondo dopo le Olimpiadi e il Gran Premio di Formula 1.

Economicamente questa competizione è un’affare importante e il suo budget organizzativo dell’evento tocca ormai i 300 milioni di euro. I team più competitivi, da Oracle-Bmw a Prada – Telecom Italia e Alinghi, investono circa 100 milioni di euro a testa, gli altri circa 25-50 milioni di euro per la gara. Dimostrazione di quanto sia ricercata la visibilità è l’accordo tra il team francese Defi e la Cina: Defì metterà a disposizione la sua esperienza per creare un team in parte cinese con uno scafo cinese per la competizione.

Anche se i ruoli chiave saranno ricoperti da francesi o da europei, poco interessa ai cinesi che hanno già trovato sponsor per 50 milioni di euro. Mai come in questo momento per loro è importante partecipare e inserire la loro bandiera tra quella degli equipaggi dei Paesi più forti del mondo, anche in questo sport.

                                                      Federica Mariotti

 
 

Business Video