Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Il caso Haagen-Dazs

Del: 25/03/2005

In esclusiva per i lettori di MyMarketing.Net un capitolo del libro di Béatrice Ferrari e Linda Liguori "Brand Name Stories" edito da Lupetti.


Cosa significa il nome Häagen-Dazs? Ha forse qualche origine nordica? Oppure risulta essere la combinazione dei due nomi dei fondatori?

Niente di tutto ciò: Häagen-Dazs è un pura e completa operazione di marketing, firmata Ruben Mattus, un affermato e "illuminato" artigiano gelataio di New-York.

Consapevole del potenziale dei propri prodotti, Mattus si rende conto che il miglior modo per farli conoscere su larga scala è quella di personalizzarli al massimo.
E l’operazione comincia dal nome: in quegli anni negli Stati Uniti, il gelato di qualità si associa alla Danimarca, ed è così che nel 1961 Mattus inventa un abbinamento di lettere quasi impronunciabile, Häagen-Dazs, in italiano [aghendaz], la cui sonorità richiama il mondo Scandinavo.
Il brand name Häagen-Dazs è composto da due parole senza alcun significato.
Sono la disposizione delle lettere, la doppia [aa] e il nesso [zs], e l’uso della dieresi, che creano l’illusione di un tipico nome nordico. Al nome viene poi associato uno stemma originale che richiama il prestigio dell’antica nobiltà.
Infine, il prodotto viene venduto a "peso d’oro" in una confezione a forma di scrigno che completa il quadro generale del suo posizionamento super-premium. Così nasce il successo di Häagen-Dazs.

Nel 1973, il gelato è già disponibile sull’insieme del territorio statunitense e nel 1976 apre il primo Häagen-Dazs Shop, punto vendita esclusivo che partecipa a consolidare l’immagine d’eccezione del prodotto.

Nel 1983 Ruben Mattus accetta di vendere la marca Häagen-Dazs alla società The Pillsbury Company, purché sia rispettata la tradizione di alta qualità ed innovazione che aveva caratterizzato il lancio del prodotto.

Oggi il prodotto è presente in 54 Paesi nel mondo.
Ai tre gusti originali, vaniglia, cioccolato e caffè, se ne sono aggiunti molti altri che si distinguono tutti per unicità e per bontà: Cookie e Crema, Cioccolato Nero Belga, Vaniglia e Mandorla Svizzera, sono alcune delle curiose combinazioni proposte dalla marca.
Lo stravagante nome Häagen-Dazs ha dimostrato di essere coerente con la propria essenza...

Si ringraziano le autrici e Lupetti editore per la gentile concessione.

 
 

Business Video