Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Son dieci anni che le macchine parlano

Del: 04/04/2005

Era il 1995, alla Casa Bianca c’era Bill Clinton, nei Balcani c’era la guerra e in Italia “regnava” un governo “tecnico”.
E ancora, Amazon era appena nata, Internet era “l’autostrada digitale” e i giornali la attribuivano alla fervida fantasia del vicepresidente americano Al Gore, i telefonini cellulari erano già una mania ma la gente ci chiacchierava e basta (suonerie, sfondi, anche la SMS-mania erano ancora di là da venire).
Qualche visionario si ingegnava a far parlare apparecchiature di diverso tipo via cellulare, ricorrendo ad accrocchi ottenuti sventrando telefonini standard. In questo mondo alieno ma non troppo un grande produttore di elettronica mise sul mercato un modulo industriale contenente un modem cellulare GSM, l’alloggiamento per una SIM e poco altro.

Sembrava un fatto naturale ma fu una rivoluzione: in altre parole era nato il mercato della comunicazione wireless machine-to-machine, anche perché in breve tempo i concorrenti arrivarono con prodotti simili.
Avanti veloce di dieci anni. Oggi il mercato mondiale dei prodotti e servizi della M2M communication cellulare vale tra i due e i tre miliardi di dollari e la previsione è di una crescita del 40 per cento composto all’anno, per arrivare nel 2010 a superare abbondantemente i 20 miliardi di dollari. Se a questa cifra si aggiunge poi il traffico generato sulle reti cellulari dalle applicazioni M2M, si comprende l’interesse che questo mercato sta registrando sia tra i produttori di apparecchiature che tra i gestori di telefonia mobile.

In Italia, da quattro anni l’M2M Forum di Wireless è l’evento di riferimento del settore, nonché il maggiore a livello europeo, aiutato dal fatto che il mercato italiano dell’M2M è il terzo al mondo, superato solo da USA e Giappone e con oltre 1300 operatori attivi. Occasione ideale quindi l’edizione 2005 dellM2M Forum (il 21 aprile al Centro Congressi Crowne-Plaza di San Donato Milanese) per celebrare il decennale del mercato, ma anche per tirare le somme della situazione e azzardare qualche previsione per il futuro, soprattutto riguardo lo scenario più vicino, quello italiano.
Il Forum, quindi, oltre a presentare le più recenti novità tecnologiche e applicative, in arrivo dal recentissimo CeBIT di Hannover, ospiterà una galleria dei prodotti che i fornitori più importanti hanno presentato in questo decennio.
Soprattutto, si aprirà con la presentazione in anteprima dei risultati del primo studio realizzato dall’ Osservatorio M2M della Scuola di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano.

 

 
 

Business Video