Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Osservatorio EITO

Del: 04/04/2005

E’ stata presentata a Milano la tredicesima edizione del rapporto EITO (European Information Technology Observatory), l’Osservatorio nato nel 1993 da un’idea di Smau e realizzato ogni anno con il contributo delle più importanti fiere europee del settore - Smau, Cebit e Simo -, di associazioni europee e con il prezioso supporto della Commissione Europea.

EITO, che l’Unione Europea ha formalizzato nel 2000 come Gruppo Europeo di Interesse Economico, è oggi uno strumento di riferimento per quanti vogliono approfondire i temi più rilevanti per il mercato europeo ed italiano dell’ICT e della Consumer Electronics.

Interamente dedicato allo scenario digitale che in Europa sta aprendo nuove opportunità di sviluppo per l’industria e il mercato delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, EITO 2005 mostra segnali confortanti: il mercato ICT sembra finalmente avviarsi verso una nuova fase di sviluppo che segue al negativo triennio 2001-2003. L’intero comparto ICT vedrà infatti una crescita pari al +3,8% sia in Italia sia in Europa.

“Il mercato ICT sta entrando in una nuova fase di sviluppo trainata da banda larga, comunicazione mobile, nuovi contenuti digitali e software innovativo” - ha dichiarato Bruno Lamborghini, Presidente di EITO. - “Per l’Europa e l’Italia il nuovo scenario digitale apre interessanti opportunità che partono dagli attuali punti di forza rappresentati dalla straordinaria diffusione di accessi a banda larga, dalla elevatissima penetrazione cellulare, dagli sviluppi della TV digitale, dalla leadership tecnologica nei terminali e nelle reti innovative orientate verso lo standard IP. Per l’Italia nel 2005 il Rapporto EITO prevede una crescita nelle telecomunicazioni nettamente superiore alla media europea, l’avvio dello sviluppo di contenuti on line ed una ripresa anche nell’informatica”.

La straordinaria diffusione della banda larga nelle reti di telecomunicazione sia fisse che mobili sta aprendo una nuova era nella comunicazione di contenuti e applicazioni digitali.
Attorno all’Internet Protocol (IP) si stanno realizzando nuovi processi di convergenza digitale tra reti di telecomunicazione, nuove reti wireless (WiFi e WiMax) e reti di televisione digitale terrestre e satellitare che offrono sempre maggiore interoperabilità di accesso delle diverse tecnologie "any content, anytime, anywhere, any platform".

Di qui il ruolo centrale nella catena digitale del valore dei nuovi contenuti e servizi digitali e della evoluzione dei media musicali e video.
A questo tema è stato dedicato uno studio specifico contenuto in EITO 2005 che analizza le tendenze evolutive seguendo tre filoni di accesso, dal personal computer su rete a banda larga alla TV digitale e alla rete cellulare mobile, evidenziando le opportunità delle applicazioni consumer/entertainment e in particolare gli sviluppi nell’area della mobilità.

Il mercato italiano presenta, in questo scenario, particolari vantaggi competitivi: elevatissima penetrazione della telefonia cellulare (oltre 60 milioni di linee), accelerata diffusione di accessi a banda larga via DSL (verso gli 8 milioni), una politica tra le più attive per la televisione digitale terrestre e conseguenti valide competenze tecnologiche e applicative danno al nostro Paese nel 2005-2006 la più elevata prospettiva di crescita nelle telecomunicazioni tra i diversi paesi europei (nel 2005 +4,4% rispetto al +3,3% della media europea).

 
 

Business Video