Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

La città come strumento di marketing

Del: 08/04/2005

Uno studio realizzato da Chuco, ovvero JWT Cool Hunting Community, un progetto sviluppato da JWT Milano verso il network JWT a partire dal 2001.


E’ sempre pù labile il limite tra arte, marketing e sperimentazione: fissare il logo sulle mura di una città, invadere monumenti con mosaici di alieni, contestualizzare una piazza come opportunità di comunicazione, scrivere sulle strisce pedonali, proiettare immagini su monumenti storici...
Cosa hanno tutte queste storie in comune? Quali stimoli ci forniscono? Sicuramente rientrano tutte all’interno dell’approccio definito anche come "stunt advertising" (campagne che creano gran passaparola e visibilità nel breve periodo). 

Il filo rosso che lega tutte le campagne che utilizzano questo approccio è una filosofia: Le Parkour. I capostipiti del movimento sono stati David Belle e Sebastian Foucan, nel 1999 nei sobborghi francesi, saltando da muri e balconi con movimenti fluidi e creativi.
In breve tempo l’hobby si è trasformato in una disciplina sportiva vera e propria. Per praticarla sono necessarie una forma fisica eccellente e una grande immaginazione.

Le Parkour riunisce in sè componenti eterogenei: lo spirito del free styler ed elementi della tradizione orientale quali la fluidità e il vedere possibilità e occasioni insite negli ostacoli stessi. Secondo la filosofia di Le Parkour infatti le strutture, gli edifici, le barriere architettoniche del tessuto urbano vengono trasformati in vie di fuga, trampolini per un nuovo modo di vivere la città, reinventandola.
Nel modello di marketing  Le Parkour, ogni ostacolo della città diventa un trampolino di lancio, un’oportunità di comunicazione, di relazione, di intrattenimento, come nei casi che vi presentiamo.

Street advertising 
A Milano, lo scorso anno, sui marciapiedi della città compaiono orme colorate e una data. Si tratta di un’operazione di street marketing per pubblicizzare la Dance Marathon Organizzata da TDK in occasione del Salone del mobile.
Per 3 sere e 3 notti nove diversi locali di Milano hanno ospitato dj internazionali affermati e nuove rivelazioni all’insegna del ballo e della musica dance
Lo street advertising trasforma una superficie neutra in una occasione di comunicazione, rivolgendosi direttamente ai passanti (anche a quelli più tristi).


Absolut invece ha creato un’affissione a NY sfruttando le finestre della facciata di un palazzo. All’interno dei progetti si instaurano interazioni molto forti fra la pubblicità, l’arte e la struttura stessa della città.
L’arte si appropria degli spazi della pubblicità a volte sovrapponendosi ad essa, creando così nuove relazione con la città.


L’invasione dei biscotti
Alcune città inglesi (Londra e altre 19 città) sono state invase da uno sciame di biscotti-meteorite, che si sono conficcati nella strada e in alcuni edifici.
La pioggia di dolci meteoriti (progettata dall’agenzia Diabolical Liberties) ha occupato per un periodo di tre giorni alcune vie di maggior passaggio creando sconcerto e divertimento.
La città viene invasa fisicamente dalla comunicazione. Diventando essa stessa parte dell’arredo urbano.

Scopri le altre case history nell’allegato!


Allegati:
Marketing urbano

 
 

Business Video