Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Udire, ascoltare, sentire

Del: 27/03/2002

Felix Sagrillo, Ricercatore, Sperry

Il fenomeno della percezione è da sempre un argomento ricco di interesse per il mondo della comunicazione, anche se chi vi opera è conscio della sua complessità.

Recentemente, questo fenomeno è stato studiato in modo nuovo e con una metodologia integrata.
Con lo sviluppo delle neuroscienze e delle discipline di natura psicolinguistica si scopre infatti come sia possibile ottenere informazioni sul modo di elaborare la percezione da parte del nostro cervello.
In termini pratici, è stato possibile individuare e misurare la reazione prodotta per esempio da un suono (o da un’immagine) e capire come essa abbia interferito con il resto del “software” del nostro pensiero. L’analisi è resa possibile da una particolare procedura di “mascheramento” sensoriale e da uno strumento elettroencefalografico che misura il grado di coerenza che si viene a stabilire tra due segnali percettivi, ad esempio un suono abbinato ad una sensazione olfattiva prodotta all’interno di un ambiente.

In sintesi, il modello permette di stabilire una relazione di coerenza tra i “suoni” presenti in un ambiente (banca, luogo di vendita, abitazione, ecc.) e la “profumazione” più adatta per indurre un particolare stato d’animo (es.: rilassamento, eccitazione, ecc.) nelle persone che lo frequentano.

E’ disponibile la documentazione a supporto.

 
 

Business Video