Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

L’e commerce in Italia

Del: 06/05/2005

Informato, abitante nel Nord Ovest, di buona cultura, libero professionista o dirigente, di età compresa fra i 25 e il 49 anni: è questo l’identikit dell’acquirente online italiano.

Un consumatore evoluto rispetto agli altri, che ha fatto della Rete uno strumento non solo per divertirsi o informarsi, ma anche per fare shopping.
Questi i dati che emergono dalla ricerca ’L’e-Commerce in Italia’, svolta da Nielsen Net// Ratings e relativa alle tendenze del secondo semestre 2004: sei mesi che- dopo un 2003 statico- hanno visto la netta crescita dei naviganti, con un incremento del 17,6% delle presenze.
Secondo gli analisti, il rinnovato vigore del web si deve alla penetrazione sempre più forte della banda larga, cresciuta negli ultimi mesi dello scorso anno del 146%: se infatti gli utenti di broadband hano navigato in media 111 ore nel 2004, quelli di banda stretta hanno invece visitato internet solo per 55 ore e mezza, la metà del tempo di presenza di chi ha potuto godere della connessione veloce.

Le nuove tecnologie hanno dato dunque nuovo fiato all’e commerce: Italia e Spagna sono i Paesi in cui si sono registrati i tassi di crescita maggiori rispetto al resto d’Europa, anche se le nazioni del centro ovest sono quelle più attive su questo fronte.
Il 46% dei navigatori italiani ha visitato siti di rivenditori online e contemporaneamente è cresciuto l’uso delle guide allo shopping
(+ 43% rispetto al 2003); del milione di visitatori che ha effettuato i propri acquisti in Rete, la stragrande maggioranza (86%) pagato attraverso carte di credito.

Ancora una volta driver dell’e-payment degli italiani resta il viaggio online, seguito da ricariche per cellulari, computer, libri e digitale.

Il successo del digitale risalta come uno dei maggiori elementi da tenere in considerazione, in quanto potrebbe diventare nel prossimo futuro driver degli acquisti online, a testimonianza dell’interesse crescente degli italiani per dvd, cd e intrattenimento digitale.

Gli acquirenti online sono dunque navigatori estremamente attivi, anche perché il 60% si connette attraverso broadband e quindi ha la possibilità di fruire di contenuti con maggiore facilità e immediatezza.
Ma cosa fanno gli acquirenti quando non comprano sul web? Leggono notizie da siti di informazione, sono attenti visitatori di portali (il cui peso è cresciuto nell’ultimo anno) e fanno ricerche attraverso motori online, come puoi leggere nel documento allegato.


Allegati:
Osservatorio E commerce

 
 

Business Video