Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Lo sci nautico contro ogni barriera

Del: 10/05/2005

Si chiama “Sport contro ogni barriera” la manifestazione organizzata dalla Federazione Italiana Sci Nautico e che vede atleti, tecnici e dirigenti della federazione fare visita ai detenuti del carcere di Verbania.
Si incontreranno quindi due mondi a prima vista contrapposti: quello dello sci nautico, una disciplina che permette agli atleti di liberare la propria fantasia con figure, salti e acrobazie sopra specchi d’acqua, e quello del carcere, dove mari e laghi non ci sono ma lo sport rimane spesso la principale possibilità di svago.

“Da sempre la Federazione -spiega Silvio Falcioni presidente della Federazione italiana Sci Nautico- si impegna nel sociale. Con questo nuovo consiglio, profondamente impegnato nella “democratizzazione” di questo sport e nel rispetto per l’ambiente, vogliamo affermare il nostro impegno anche a fianco di coloro che stanno espiando una pena e ribadire che attraverso lo sport si può vivere una vita più sana e pulita.”

La scelta di Verbania è data dal fatto che la cittadina piemontese, bagnata dalle acque del Lago Maggiore, è uno dei maggiori centri per lo sci nautico in Italia.
Per la FISN interverranno il Presidente Silvio Falcioni, il Segretario Generale Cartasegna, il Tecnico della squadra nazionale discipline classiche Andrea Alessi e diversi atleti della selezione azzurra.

All’incontro parteciperanno poi alcune autorità locali, tra gli altri infatti vi sarà il Presidente della Provincia di Verbania Cuseo Ossola Paolo Ravaioli, l’assessore allo sport della provincia Diego Caretti, il presidente del Coni regionale Gianfranco Porqueddu e il dott. Mauro Bardaglio, responsabile della Pubblica Istruzione della provincia.
Assieme alla delegazione FISN ci sarà anche un graditissimo ospite, ovvero il giornalista della Gazzetta dello Sport Daniele Redaelli.
 
 

Business Video