Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Le community: un nuovo modello di segmentazione dei target

Del: 27/03/2002

Salvatore Ippolito, Direttore Marketing Europa, Nielsen // NetRatings Fabio Grattagliano, Giornalista, IL SOLE 24 ORE

Una delle attività chiave nei processi di marketing è rappresentata dalla capacità/opportunità di procedere a segmentazioni di mercato.
E le segmentazioni risultano tanto più potenti in chiave applicativa, se, e quanto più, sono in grado di rappresentare cluster con il massimo grado di omogeneità all’interno del segmento e di differenziazione e disomogeneità verso l’esterno.
Tale definizione è in grado di evidenziare gli elementi caratteristici e distintivi delle community.
Le community sono sempre esistite come modello di aggregazione intorno ad eventi e manifestazioni, ma non si è mai proceduto ad annoverarle tra gli strumenti di marketing.

L’era digitale, abbattendo tutte le barriere di linguaggio, tempo e, in una parola, di comunicazione, offre un formidabile strumento di creazione ed utilizzo di questa naturale tendenza alla socializzazione per temi e sentire comuni.

Le on-line community annoverano in Italia 3.5 milioni di individui, quasi il 40% degli utenti domestici della "rete": rappresentano un ineguagliabile canale di "distribuzione" dei processi di comunicazione e marketing aziendale verso l’utenza "giovane", quella più difficilmente raggiungibile dai comuni mezzi in uso.
E questo tipo di universo è quello che orienta i successi di prodotti/servizi dai forti connotati comunicativo/emotivi e rappresenta il tramite fondamentale per tutti i processi di viral marketing.

Un’analisi di questo universo on-line consentirà di individuare il profilo e conseguentemente adottare la strumentazione necessaria per il migliore utilizzo di questa leva di marketing della nuova era.

E’ disponibile la documentazione a supporto.
 
 

Business Video