Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Le nuove sfide del marketing

Del: 13/05/2005

Nuove imprese, mercati globali, concorrenza asiatica e consumatori postmoderni: qual è il nuovo ruolo del marketing in uno scenario sempre più fluido e in perenne evoluzione?

“Oggi non è più sufficiente, per le imprese che vogliono mantenersi competitive, fare meglio o a minor costo ciò che hanno sempre fatto- afferma Maurizio Chiesura, presidente di AISM, l’associazione studi di marketing che lo scorso 5 maggio ha promosso una conferenza sulle nuove sfide del marketing- le imprese per sopravvivere devono cambiare strutturalmente sia nelle loro strategie che nei modelli di gestione e di management.”.

“Globalizzazione e rivoluzione dell’informazione stanno trasformando sia le strutture dei mercati che i modi di operare delle imprese- puntualizza il prof. G. Walter Scott, - per questo deve essere rinnovato il modo con cui concepiamo il fare impresa”.

Passare da un’impresa-luogo, caratterizzata da un territorio di riferimento, da limitata mobilità di capitali, di forza lavoro e merci, a un’impresa- flusso, proiettata all’esterno, in grado di integrarsi nella filiera materiale e immateriale del proprio business, è la grande sfida del futuro.

“Caratteristiche dell’ impresa-flusso sono -continua Chiesura- non solo l’orientamento ai processi come leva per la soddisfazione dei clienti e l’importanza delle relazioni, ma soprattutto la centralità del knowledge management per costruire valore. Questa capacità di porsi in modo nuovo nei confronti degli altri operatori della filiera è una delle possibili risposte vincenti al “nanismo” di tante nostre imprese nazionali.”

Rivitalizzare il ruolo del cliente è invece per fondamentale per Giovanni Binetti, Presidente Value Marketing:“Ci si dimentica che i clienti decidono in base al principio del “value for money”, si vede troppo spesso la qualità del servizio come un costo invece che come un investimento capace di un suo ROI. In sostanza, si è poco customer oriented”.
Cosa fare allora per ritrovare lo slancio verso i consumatori?

“Assicurarsi un costante feed-back dal campo- afferma Binetti- conoscere i clienti avvalendosi anche delle tecniche di data mining, misurare la customer satisfaction con tecniche più precise e sensibili di quelle abituali, misurare la soddisfazione dei propri collaboratori, garantire non solo la qualità del prodotto ma anche quella del servizio, sono solo alcune delle possibili soluzioni per ridare centralità ai nostri clienti”.

Per Antonio Valente, Amministratore Delegato di Lorien Consulting “E’ necessario che il marketing assuma definitivamente il ruolo di motore di un processo di sostenibilità ed equilibrio del sistema, proponendo nuovi modelli culturali, dalla Responsabilità Sociale d’impresa al consumo consapevole, capaci di attivare in modo equilibrato le sfere razionali, emotive ed etiche dei nuovi consumatori”.

“Certamente le soluzioni presentate dal marketing che in passato hanno funzionato, ora non funzionano più così bene, e nel futuro funzioneranno ancora meno- conclude Chiesura- anche il marketing deve rinnovarsi nei suoi principi, nelle sue modalità, nelle competenze delle persone che lo interpretano. Modelli di marketing più efficaci saranno seguiti con più attenzione e convinzione dalle imprese”.

                                                                                     Rossella Ivone

 
 

Business Video