Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Corporate blog

Del: 09/06/2005

Navigando in Rete, si trovano infinite definizioni di un blog. Alcune, fredde e anodine, da vocabolario: un blog è una pagina html, principalmente solo testuale, dove in maniera disinteressata e amatoriale, una persona comune pubblica notizie, informazioni di vario genere, link e riflessioni personali di vario tipo. “La Pizia”.

Altre, al contrario, trasudano lirismo: Il blog è frenesia, è tutto e il contrario di tutto, è antica attitudine alla confidenza e fiorire di nuovi percorsi e neologismi “ Francesca Mazzucato”.

Tuttavia, tutte queste definizioni hanno un qualcosa in comune: l’idea che un blog sia un’esperienza privata, legata all’ambito dell’effusione sentimentale e della riflessione svagata.
Negli ultimi mesi, alcune aziende stanno sperimentando tale mezzo al fine di veicolare contenuti di marketing e comunicazione.
In particolare, sono due gli aspetti da evidenziare: i principali utilizzatori di questo strumento sono le società aventi un core business orientato all’Information and Communication Technology; l’ancora ridotta diffusione di tale media.

Attualmente sono stati censiti circa quattro milioni di blog attivi: tra questi i corporate sono poco più che 5000.

Si può ipotizzare che, analogamente ad ogni altra nuova tecnologia, la sua diffusione a breve sarà esponenziale.
Appurato come il corporate blog rappresenti un media giovane e con ampi margini di diffusione, rimane in sospeso l’interrogativo su cui verte l’intero articolo:perché un’azienda dovrebbe dotarsi di un tale strumento? Perché affiancarlo al tradizionale sito web?
L’implementazione di un corporate blog quali vantaggi può garantire rispetto alla concorrenza?

I vantaggi legati all’adozione di un corporate blog sono di fatto molteplici:
»incremento della visibilità dell’azienda su Internet;
»ridefinizione del rapporto tra cliente e fornitore di servizio, aumentandone l’interattività;
»disponibilità di un media flessibile, multi uso e di facile gestibilità;
»capex concorrenziale rispetto a quello necessario all’implementazione di un sito web.

Il primo vantaggio che l’implementazione di un nuovo media implica per l’azienda non è legato al semplice rafforzamento e ampliamento della visibilità. Si provi a valutare il page ranking di sito, ossia il valore numerico che rappresenta l’importanza di una data pagina nel web. L’analisi dei risultati del confronto del page ranking dei siti aziendali con quelli di alcuni noti blog italiani evidenzia che il page ranking dei blog sia più elevato rispetto a quello dei siti tradizionali.
In termini pratici, nella ricerca di informazioni su un prodotto o un’azienda, i motori di ricerca privilegeranno quelle contenute in un blog rispetto a quelle del tradizionale sito. Il motivo di tale comportamento, a prima vista sorprendente, è legato agli algoritmi implementati nei motori di ricerca, sviluppati prima della nascita della bloggosfera e quindi non ottimizzati nella gestione di tale fenomeno.

I motori di ricerca di nuova generazione valutano la corrispondenza di una pagina web a una ricerca non solo verificando la presenza e la ripetizione delle parole chiave, in particolare nell’area dedicata ai contenuti, ma soprattutto esaminando due parametri fondamentali: la presenza di link diretti alla pagina, che ad esempio in Google aumentano la credibilità dell’informazione in essa contenuta poiché il web ne ha attestato il valore; la frequenza di aggiornamento della pagina web (il principio di riferimento è che più un’informazione è recente, più è attendibile).

                                                                                 Alessio Brugnoli
                                                                          Consulente Key Partners


Approfondisci tutto lo studio sui Corporate Bog nell’allegato!


Allegati:
Corporate Blog

 
 

Business Video