Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Consumatori e supermercati

Del: 09/06/2005

TNS Infratest ogni mese realizza un sondaggio per la Rivista Trade Business, su argomenti attinenti i consumatori. Nel mese di maggio è stato trattato l’argomento "I key driver dei supermercati", di cui riportiamo in allegato i risultati.

Quali sono i key driver e gli aspetti migliorabili nei super/ipemercati? Lo ha rilevato un’indagine di TNS Infratest.
In generale, nonostante la notevole diversità della realtà distributiva sul territorio, le informazioni raccolte evidenziano una sostanziale omogeneità nelle richieste e nei desideri degli intervistati. Relativamente ai key driver nella scelta di un super/ipermercato, la cortesia e preparazione del personale risultano essere (più marcatamente presso le donne di età superiore ai 55 anni), il fattore più importante di scelta, insieme alla percezione di convenienza.

Tra i frequentatori di ipermercati assumono particolare importanza l’assortimento di prodotti e la presenza di altre attività commerciali, mentre i frequentatori di supermercati pongono particolare attenzione alla vicinanza a casa.

I super/ipermercati dovrebbero andare sempre di più nella direzione di aree polifunzionali, in grado di soddisfare il più possibile le necessità d’acquisto, infatti, oltre alla richiesta di servizi strumentali come il Bancomat, risulta molto elevata anche la richiesta di esercizi commerciali non alimentari quali il calzolaio, l’ottico, l’elettricista.

In base alle esperienze circa i 2/3 degli intervistati suggeriscono miglioramenti del proprio punto vendita mostrandosi interessati a maggiori informazioni sugli scaffali e ad una migliore disposizione dei prodotti.
Parlando dell’ambiente e dell’aspetto delle superfici di vendita emerge come l’attenzione degli acquirenti sia rivolta principalmente verso l’illuminazione e l’architettura, mentre alla musica di sottofondo non viene attribuita un’elevata importanza neppure dalla parte più giovane del campione.
Per quanto riguarda invece l’organizzazione, gli aspetti giudicati più importanti sono il reparto forno-pasticceria con lavorazione a vista ed il dispositivo di “spesa rapida”, a testimonianza del fatto che le richieste vanno nella direzione della ricerca di un ambiente “meno industriale e freddo”, con buon livello di accettazione però anche delle nuove tecnologie, soprattutto se orientate a ridurre il tempo di pagamento, forse unico elemento non ludico dell’esperienza d’acquisto.

Analizzando le principali insegne si osserva come Auchan, Coop ed Ipercoop siano quelle più performanti rispetto agli indicatori analizzati (offerta di servizi, organizzazione e disponibilità del personale), anche se, in generale, i dati mostrano come ci siano ampi spazi di miglioramento in tutto il panorama della distribuzione, soprattutto nei confronti dell’area della disponibilità e cortesia del personale, elemento emerso come molto importante trasversalmente in tutta la rilevazione.

                                                                
                                                                           Business Unit Manager
                                                                                  Divisione Retail


Allegati:
Key driver nei supermercati

 
 

Business Video