Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Manager: verso quale futuro?

Del: 20/06/2005

Segui l’intervista al presidente di Manageritalia!

Deindustrializzazione
e Terziario: verso quale leadership? Se n’è parlato durante la 65° Assembla Nazionale di Manageritalia, la Federazione Nazionale dirigenti, quadri e professional del terziario.

Alla presenza di 200 manager, Tito Boeri, docente di Economia del Lavoro dell’Università Bocconi di Milano, ha affermato che per superare l’attuale declino del nostro Paese (che secondo il professore non è attribuibile all’euro, né alla forza sempre più evidente della Cina) dobbiamo percorrere tre strade: agire sull’offerta, migliorare cioè l’offerta di capitale umano perchè la carenza di manodopera qualificata contribuisce al nanismo delle imprese, e scoraggia la R&S; agire sulla domanda, migliorando i rendimenti dell’istruzione e cercando di creare più contatti fra Università e mondo del lavoro; agevolare la mobilità delle risorse per rendere socialmente meno costoso lo spostamento di lavoro da settori obsoleti a settori avanzati.

Creare un credito d’imposta permanente a favore delle spese in R&S, con un trattamento privilegiato degli start up ad alta tecnologia, pensare a un nuovo bilancio dell’UE che favorisca investimenti in capitale umano e tecnologia e a un ente per finanziare la ricerca di base: sono solo alcune delle soluzioni possibili, secondo Boeri, per ridare vigore alla nostra economia.

L’intervento di Luciano Gallino professore di Sociologia presso la Facoltà di Scienze della Formazione- Università di Torino, intervenuto in video conferenza, ha invece sottolineato l’importanza del terziario per risollevare l’economia italiana.
“L’Italia è stata promotrice di invenzioni e innovazione nel settore industriale nel primo dopoguerra, ma oggi ha perso la leadership- ha sottolineato all’unisono con Boeri - il rilancio può avvenire dalla nostra capacità di fare ricerca e innovazione tecnologica ma soprattutto dal saper creare valore con logistica, network, integrazione organizzativa, servizio al cliente e marketing. Tutte cose che appartengo ai servizi e che l’industria deve utilizzare sempre di più per poter essere di nuovo competitiva”.

Il Presidente di Manageritalia, Claudio Pasini, ha affermato di condividere l’analisi di Boeri e Gallino: Manageritalia, i suoi 30.000 dirigenti e tutto il terziario, ha proseguito Pasini, sono pronti a sostenere la ripresa dell’economia dando valore alla presenza delle imprese italiane sui mercati internazionali.

A sostegno concreto di ciò, Manageritalia- per rimettere al centro un Paese troppo povero di cultura e presenza manageriale (oggi sono il 3% degli occupati contro media europea dell’8%)- ha istituito il Premio dell’Eccellenza che è stato consegnato a sette manager- scelti da un’autorevole giuria, sulla base delle oltre cinquanta segnalazioni pervenute da tutt’Italia- che, grazie alle loro doti umane e professionali, hanno legato il loro successo personale a quello dell’impresa.

Scopri i nomi dei vincitori e approfondisci  la relazione del prof. Boeri negli allegati!


Allegati:
L'ntervento del prof. Boeri
I manager vincitori

 
 

Business Video