stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 11 settembre 2018

Analisi della leadership digitale nel settore dell’automotive, moto e pneumatici

La ricerca di I-Leader, il tool di Doing e Agi rivelano gli approcci strategici dei brand sui social

Motori, automotive, moto e pneumatici, questo il tema trattato nella nuova analisi i-Leader, il tool di DOING e AGI sviluppato per misurare la leadership online.

“La ricerca ci rivela quali sono gli approcci strategici dei brand sui social”, spiega Marco Massarotto, Founder & Partner di DOING. “Ci sono i “lovemark”, brand lusso con un elevatissimo livello di interazioni, i “fan collectors”, che investono per avere un’audience ampia ma poco interattiva e infine i “sellers”, con un presidio ben strutturato legato ai piani commerciali ma che non riescono a sfruttare il mondo digitale in modo continuativo e completo.”

  1. Il mondo dell’automotive
  2. Il mondo delle moto
  3. Il mondo degli pneumatici


Il mondo dell’automotive

Nel mondo dell’automotive è Ferrari che vince la sfida della leadership digitale grazie alla sua capacità di creare una strategia strutturata e contenuti che sanno coinvolgere gli utenti a 360°. Sul podio, dietro a Ferrari, Porsche e Renault. Nel mondo delle automobili la sfida è sapersi differenziare, ampliare e coinvolgere la community. Per questo risulta vincente, e viene premiato in termini di risultati, chi non lavora solo per vendere ma anche per incrementare la brand awarness. Quindi sui social network l’attività da fare per ottenere risultati soddisfacenti è quella di adattare il proprio Tone of Voice così da ampliare il bacino di utenti e innalzare l’interesse. Sul web invece è utile bilanciare la vendita con una experience centrata sui servizi.

 


Il mondo delle moto

Nel mondo delle moto invece al primo posto troviamo Harley Davidson e Ducati. La prima è riuscita a ottenere ottimi risultati grazie all’aggiornamento costante dei contenuti sul sito e su Facebook. Ducati invece ricrea dei contenuti di qualità che ricevono una risposta positiva dal pubblico con un alto tasso di engagement. Il brand si colloca così tra i migliori in termini di interazioni totali. Al terzo posto si posiziona Yamaha, anch’essa con un numero rilevante di interazioni. I restanti brand invece, si distaccano notevolmente non riuscendo a imporsi e differenziarsi. Come per l’automotive, anche il mondo delle moto deve puntare a diversificare la propria attività, riuscendo così ad estendersi anche fuori dalla cerchia degli appassionati del settore. La strategia vincente per ottenere delle performance competitive è una Channel Orchestration mirata su tutti i social.


Il mondo degli pneumatici

In ultimo la ricerca ha analizzato i top player italiani di pneumatici. Al primo posto si trova Michelin che riesce a differenziarsi grazie alla pubblicazione di contenuti variegati che attirano quindi un’audience eterogenea, non limitandosi quindi ad appassionati ed esperti del settore. Nella classifica si posizionano anche Pirelli, al secondo posto, e Hankook al terzo. Il settore pneumatici si configura molto particolare. Infatti se da una parte riescono a registrare performance contenute, dall’altra sono in grado di diversificarsi meglio. Questo porta a contenuti esperienziali a 360° che accresce sia l’audience, sia il grado d’interesse.

 

 

 

newsletter

newsletter

MyMarketing.net