stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 11 Gennaio 2019

La fine dello shopping online. Il futuro del commercio in un mondo sempre connesso

Il concetto di onlife, la digitalizzazione dei negozi spiegati da Wijnand Jongen, a cura di Roberto Liscia

shopping

La fine dello shopping online è sicuramente un titolo provocatorio, ma riflette una verità profonda: con la diffusione globale degli smartphone non esiste più alcuna separazione tra online e offline, tra reale e virtuale, perché siamo sempre tutti connessi, siamo onlife.” Così Roberto Liscia, Fondatore e Presidente Netcomm introduce il libro, del quale ha curato l’edizione italiana, “La fine dello shopping online. Il futuro del commercio in un mondo sempre connesso” di Wijnand Jongen. Il concetto di onlife, coniato dal filosofo italiano Luciano Floridi, rappresenta la base del libro che si fonda su quattro nuovi sviluppi: la smart economy, la sharing economy, l’economia circolare e la platform economy. È proprio la sinergia di questi quattro “movimenti” che sta portando a enormi trasformazioni economiche e sociali.

  1. La fine dello shopping online
  2. Indice
  3. L’autore


La fine dello shopping online

Internet esiste dalla metà degli anni ’90, anche se in Italia è diventato di massa solo nei primissimi anni 2000, e ha rappresentato una vera e propria rivoluzione, che ha preso la forma attuale con la diffusione capillare degli smartphone. Apple ha iniziato a vendere gli iPhone, gli antesignani del cambiamento a giugno del 2007, e la penetrazione di questi device ha portato alla successiva grande rivoluzione, quella dei social media. Il risultato è che i consumatori sono sempre connessi ma soprattutto che l’omnicanalità è arrivata al centro della strategia delle imprese, senza nessuna distinzione di settore o prodotto.

In questo contesto, la competizione tra le imprese si è spostata sulla capacità di attrarre talenti digitali che le aiutino nel cambiamento facendo funzionare le tecnologie e sapendole sfruttare per lo sviluppo del business. Un’altra grande sfida per le imprese italiane è quella di puntare all’internazionalizzazione, tema decisivo per la crescita dell’economia nazionale. Infine è molto importante che nasca un commercio 4.0 che porti alla digitalizzazione i negozi. Questo è di fondamentale importanza dato che l’Italia registra il più alto numero di punti vendita per abitante al mondo, tre volte più di Francia e Germania. Tra le ultime novità che stanno prendendo sempre più piede nel digital commerce ci sono i pagamenti. Le tecnologie stanno influenzando i pagamenti che, a loro volta, stanno impattando su tutte le tipologie di transazione: B2B e B2C, online e offilne, fino ad arrivare alla Pubblica amministrazione.

Il libro tratta quindi tutti gli argomenti chiave dell’evoluzione del retail, dallo shopping mobile all’intelligenza artificiale, fino all’economia di condivisione per Amazon e Alibaba, per indagare sul primario problema: la difficoltà che hanno i negozi di stare al passo con il comportamento mutevole dei clienti, sempre connessi, e le ricadute di questi comportamenti nel quotidiano.

Titolo La fine dello shopping online. Il futuro del commercio in un mondo sempre connesso
Autore Wijnand Jongen
Editore Hoepli
Pubblicazione 05/2018
Pagine 265


Indice

Prefazione all’edizione italiana

Introduzione

  1. La società diventa onlife
  2. Retail onlife nella smart economy
  3. I consumatori nell’era della sharing economy
  4. Acquisti sostenibili nell’economia circolare
  5. Nella platform economy il vincitore prende tutto
  6. Il potere del cliente onlife
  7. Orientamento: l’effetto N=1
  8. Selezione: il nuovo paradigma della scelta
  9. Come pagare: acquisti senza clic nella blockchain
  10. Consegna: il dilemma dell’ultimo miglio
  11. Customer care: il servizio clienti diventa customer intimacy
  12. Nuovi modelli di nusiness
  13. Lavoro e istruzione retail onlife
  14. L’ascesa della società di rete


L’autore

Wijnand Jongen è Cofondatore e Presidente dell’Executive Commitee of Ecommerce Europe, fondatore e Amministratore Delegato dell’associazione olandese dell’e-commerce Thuiswinkel.org. È un autore conosciuto a livello mondiale ed è un relatore apprezzato sui temi inerenti il futuro del retail e dell’e-commerce, è Presidente di Professorship eMarketing & Distance Selling all’Erasmus University di Rotterdam ed è membro del FIRAE, un’alleanza di leader mondiali del settore retail con forti legami con l’American National Retail Federation (NRF). A metà degli anni ´90, Jongen è stato cofondatore e CEO di Macropolis, il primo portale di shopping online olandese. Jongen ha frequentato l’Università di Amsterdam nei Paesi Bassi, il Randolph-Macon College e l’Averett University negli Stati Uniti.

Roberto Liscia, Fondatore e Presidente di Netcomm, il Consorzio del Commercio Digitale Italiano, ha curato l’edizione italiana di questo libro. Laurea in Ingegneria nucleare e master in Business management all’Insead, ha avuto diversi incarichi manageriali in grandi gruppi italiani tra cui Fiat, Teksid, BNL e Mondadori, dove si è occupato principalmente di strategie, business development, M&A e nuove iniziative nei settori dell’ICT e dell’innovazione tecnologica. Partner di importanti società di consulenza nazionali e internazionali, tra cui PWC, con focus sui settori delle telecomunicazioni, del web e dell’e-commerce, ha sviluppato come imprenditore diverse iniziative nel web, ha pubblicato saggi e libri, ed è cofondatore ed Executive Board Member di Ecommerce Europe, l’Associazione Europea del Commercio Elettronico.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net