stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 10 Dicembre 2011

Nasce il Caffè d’Italia Bialetti

A partire dal 4 dicembre, Bialetti è ritornato incomunicazione con due spot tv di 30″ e 15″ e 7″ on air sulle principali emittenti televisive – Mediaset, digital free, La7 e La7D – e online, con un investimento per questa prima fase, pari a 6 milioni di euro.Oggetto della nuova campagna è la novità che il noto brand italiano – storica icona di italianità riconosciuta anche all’estero – ha lanciato nel 2010, introducendo sul mercato 5 nuove miscele di caffè in capsule e l’innovativo sistema “I caffè d’Italia Bialetti”.

“La nuova campagna nasce dalla necessità di presentare al grande pubblico il progetto I caffè d’Italia e differenziarlo dall’attuale offerta di capsule a sistema chiuso”, spiega Michela Caone – global marketing director Bialetti Industrie, che si dice fortemente soddisfatta del risultato finale: “Con il suo spirito conviviale ed autentico, ma al tempo stesso coinvolgente, intelligente e self-confident, lo spot incarna appieno la filosofia e il posizionamento del nostro nuovo sistema, rivolto principalmente ad un target di uomini e donne di livello socio culturale evoluto, sperimentatori, ma consapevoli e orgogliosi delle proprie origini”.

Attraverso un’approfondita ricerca sui diversi modi di intendere il buon caffè e di prepararlo, Bialetti ha infatti potuto tracciare un profilo dei gusti degli italiani e dar vita a questo progetto, spinta dalla volontà di ‘restituire’ ai consumatori diversi stili di degustazione del caffè, profondamente legati ad aspetti storici e culturali differenti nel nostro Paese. I Caffè d’Italia Bialetti sono dunque questo: un’esperienza di consumo familiare che offre il piacere del caffè con tutto l’aroma, il gusto e la storia che da sempre appartiene ad ognuno di noi. Ad esempio, tra i caffè del nord Italia, quello di Milano si caratterizza per la delicatezza del profumo, l’equilibrio dei sapori, la leggerezza del corpo e la tostatura chiara. Tutte caratteristiche che derivano in parte dai gusti gastronomici dei milanesi, abituati a piatti leggeri, dagli ingredienti semplici del suo territorio continentale e dall’aroma poco pronunciato: basti pensare al risotto o alla cotoletta alla milanese, o al burro, condimento universale. Ma in parte gioca anche la velocità, il vero spirito della città, che porta a un’estrazione più rapida che altrove. Così il gusto milanese per il caffè si esprime in un espresso mai amaro, dal corpo leggero e dal profumo delicato. La ricerca Bialetti indaga la storia di ognuna delle cinque città per cui viene concepito il caffè: Venezia, Repubblica marinara, fin dall’epoca d’oro dei commerci con l’Oriente la Serenissima conosce il caffè, che veniva importato insieme alle altre spezie nei ricchi traffici commerciali con l’Oriente e con il mondo arabo. O ancora, scopriamo che il gusto romano per il caffè è tutto per un espresso dal sapore deciso e dall’aroma forte e persistente, o che il caffè a Napoli è al centro di mille piccoli rituali legati alle relazioni sociali. Il più famoso è forse quello di lasciare, quando si va al bar, un secondo caffè pagato in anticipo, per i bisognosi o per qualche amico che sarebbe passato in un altro momento: una specie di social networking pre-informatico.

Nel film di lancio, ideato e realizzato dal team di JWT Italia con la Direzion e Creativa di Rodriguez e Dorizza, e prodotto da Filmmaster, il nuovo sistema di caffè in capsule Bialetti fa il suo ingresso nella vita quotidiana delle nuove famiglie italiane. Il soggetto stesso degli spot punta infatti a trasmettere l’idea di una nuova storia che comincia, ritraendo una giovane coppia al momento del risveglio nella casa in cui ha appena traslocato, attirata da un solo desiderio: quello di un buon caffè.

Il claim della campagna Quanti caffè berremo insiemechiude il cerchio, segnando l’inizio di una nuova storia d’amore e allo stesso tempo di affinità con il nuovo sistema di caffè in capsule Bialetti. L’interpretazione di Giampaolo Morelli e la regia di Luca Lucini, così come il tono scelto – divertente ed ironico, ma al tempo stesso autentico – rappresenta egregiamente il nuovo spirito di marca e la voglia di Bialetti di aprirsi alla contemporaneità delle famiglie che crescono e di quelle che nascono.

Roberta Masella

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net