stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 3 Febbraio 2014

Philips, la luce e le innovazioni dell’IoE

Tutto collegato, tutto interconnesso; lo scambio di dati sarà all'ordine del giorno, e la connessione alla rete coinvolgerà qualsiasi oggetto della nostra quotidianità. Non si parla più di Internet of Things, rivoluzione vasta ma che oggi non riesce più a rendere conto delle nuove tecnologie nascenti; si parla, ormai, di Internet of Everything, l'Internet del tutto, laddove qualsiasi cosa della nostra vita diventerà, in un futuro non troppo lontano, interconnessa. Come la luce: questo è uno degli obiettivi del futuro per Philips: grazie al LED e alle nuove tecnologie, l’illuminazione può aiutare sia l’ambiente che le persone, garantendo risparmio energetico e permettendo la creazione di atmosfere colorate e d’impatto negli ambienti domestici, negli uffici e nelle città.

Si stima che, entro il 2015, 25 miliardi di dispositivi saranno collegati ad Internet e che raggiungeranno la soglia dei 50 miliardi entro il 2020, secondo i dati Cisco. In questa rapida trasformazione, anche la luce sta giocando un ruolo fondamentale: una nuova era dell’illuminazione, guidata dall’innovazione digitale, nella vita privata, nel business e nelle città. In quest'ottica Philips si sta focalizzando sulla creazione di esperienze personalizzate, grazie al supporto del digitale: innovazioni che si traducono in sistemi e soluzioni di illuminazione che possono essere collegati in modalità wireless e comunicare con le persone che le utilizzano: come Hue, il sistema di illuminazione domestica a LED, controllabile direttamente attraverso smartphone o tablet, che permette di creare e gestire la luce personalizzando ogni ambiente della casa.

La tecnologia LED e la digitalizzazione consentono una gestione intelligente dell’illuminazione in molti altri spazi, come negli uffici. Nelle soluzioni dedicate allo 'smart office', ogni singolo punto luce può essere collegato ad una rete IT locale in grado di fornire dati su come viene utilizzata l'area e, in particolare, su quante persone sono presenti. Questo permette di capire esattamente come ottimizzare non solo la luce, ma anche l'aria condizionata e il riscaldamento, raggiungendo potenzialmente enormi risparmi di energia, risorse e tempo. Ancora, nella vita cittadina, le luci possono essere combinate con dati utili, come flussi di traffico e previsioni del tempo, in modo da adattarsi di conseguenza. Quindi, grazie a sistemi connessi come CityTouch, per le amministrazioni si aprono nuove opportunità di gestione: collegare tutti i singoli punti luce di una città ad una stazione centrale di comando, monitorarli a distanza e controllarli in tempo reale.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net