stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 12 Gennaio 2017

SHAA: l’interattività crea l’engagement

L'interattività crea l'engagement

“I video interattivi sono un efficace veicolo di engagement per gli inserzionisti e per i brand in ogni angolo del mondo. Anche gli operatori del mondo Fashion stanno scoprendo il valore intrinseco di questi strumenti per la loro duplice caratteristica di creare engagement con l’audience e costruire una coinvolgente esperienza di brand”. Luca Sepe, fondatore e amministratore delegato di SHAA, la mediatech company milanese all’avanguardia nel settore dell’advertising interattivo, è stato uno dei protagonisti dello IAB Digital4Fashion, l’evento che si è tenuto all’interno del Fashion&Technology Summit, organizzato a Firenze da Luisaviaroma (in contemporanea con le sfilate di Pitti Uomo), una giornata dove innovatori ed esperti del settore si sono confrontati attraverso presentazioni, tavole rotonde e momenti di networking.

In particolare l’appuntamento di Iab Italia dedicato alla sinergia tra moda e digitale ha voluto approfondire i temi legati all’evoluzione dei modelli di comunicazione che le piattaforme digitali stanno apportando nel mondo della moda: dai trend degli investimenti pubblicitari nel settore del fashion allo storytelling e native adv; dalla video content strategy al social engagement; dall’influential marketing al boom dell’e-commerce. All’interno di questo contesto l’Ad di SHAA ha partecipato alla tavola rotonda “Storytelling e Native ADV: nuovi approcci di consumer engagement”, sottolineando, nel corso del suo intervento che ha visto anche la proiezione di un video con alcune significative case history relative al mondo del Fashion.

Luca Sepe ha spiegato: “Quanto i video interattivi siano lo strumento più adatto per realizzare nuove e più originali forme di comunicazione e di digital storytelling. Ormai gli utenti grazie all’ausilio di un second screen come il tablet e lo smartphone hanno imparato a interagire con i video per “ingaggiarsi” con il brand ed i prodotti  dal canto loro i video interattivi hanno una capacità di persuasione e di orientamento all’acquisto superiore ad ogni altro mezzo di comunicazione”…

 

Continua a leggere du Advertiser.it!

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net