stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 20 settembre 2018

Quando il colore è social anche nel piatto: le ultime tendenze food su Instagram

Dal Millennial Pink all'Unicorns and rainbows fino al Black food

Il food è un settore molto amato dagli instagramers di tutte le età che ogni giorno aprono profili dedicati. Proprio per questo le aziende e i ristoratori devono sempre di più tenere d’occhio le tendenze social per essere al passo coi tempi e attirare i consumatori.
Tra le più recenti la novità il colore. Il cibo colorato infatti piace da sempre perché è qualcosa di nuovo di disruptive dal banale e quotidiano. E ovviamente sono diversi i colori alla moda, l’importante è che il cibo, ma anche quello che lo circonda, sia instagrammabile!

  1. Il Millennial Pink: dal food all’ambiente
  2. Arcobaleni e unicorni colorati e invisibili
  3. Black is the new food style

 

Il Millennial Pink: dal food all’ambiente

Nell’ultimo anno si è sviluppata la tendenza del Millennial pink, ovvero la passione che i giovani hanno per i cibi rosa. La prova è che, a oggi, sono state caricate più di 54.150 foto con l’hashtag #millennialpink. Ma perché proprio il colore rosa? Ebbene il rosa è rilassante ma soprattutto è il simbolo di unione tra passato e futuro. Infatti nel diciottesimo secolo era un colore abbinato principalmente agli abiti da uomo. Solo tra gli anni Trenta e Quaranta le cose sono cambiate e gli uomini hanno iniziato a vestirsi di scuro, mentre le bambine hanno iniziato a indossare il rosa. Il rosa associato al cibo, inoltre, ha dato vita a un hashtag #pinkfood che ha registrato circa 30 mila foto.

Dalle ultime novità del settore arriva il nuovo Bacio Perugina completamente rosa: il Bacio Perugina Limited Edition. Il nuovo cioccolatino detta le tendenze dell’anno con la copertura rosa, vellutata al tatto e con un intenso profumo di frutti rossi. La nuova novità di casa Perugina infatti è naturale e la lavorazione di fave di cacao Ruby naturali, attraverso un processo unico, riesce a liberare il colore particolare.
La lavorazione del cioccolato ha permesso quindi di realizzare un prodotto privo di aromi e coloranti artificiali, ma dal colore unico. Decisamente adatto per essere “all’ultima moda” su Instagram.

Prima di Perugina, anche i Kit Kat hanno subito una trasformazione del colore grazie alle fave di cacao Ruby Cocoa Bean. Lanciato in Giappone in occasione di San Valentino arriverà presto anche in Europa.

Ma l’effetto rosa non ha colpito solo il food ma anche gli ambienti dei ristoranti. A Londra, per esempio, c’è uno dei luoghi più “instagrammabili” di sempre: Elan Cafè. Qui la parola d’ordine è “pink” dagli arredi ai dettagli fino, ovviamente, alle pietanze. Il muro di fiori, le sedie rosa, il tavolino di marmo e dolci di pasticceria perfettamente instagrammabili. Ma non serve andare così lontano per riempirsi di rosa, basta andare in centro a Milano da Miss Sixty ed ecco, al primo piano del negozio un altro piccolo luogo social. Un bar rosa dai divanetti ai tavolini, fino al cappuccino che sorride con la sua schiuma rosa.

related


Arcobaleni e unicorni colorati e invisibili

Dall’Antica Grecia, da leggende e storia fino a giocattoli e film l’Unicorno è arrivato anche sui social registrando circa 10.000.000 post con l’hashtag #unicorn. E allora fu così che anche le aziende di ogni settore si sono adattate alla nuova tendenza. Tra le ultime novità, direttamente dalla Thailandia, e ovviamente da Instagram, arriva la voce dell’ultimo prodotto Algida: l’UniCornetto. Basterà scartarlo, in un packaging già di per sé molto colorato, per ritrovarsi con un arcobaleno in mano. Il nuovo prodotto, per ora non disponibile in Italia, ha già conquistato il web con innumerevoli foto postate che lasciano ben poco spazio all’immaginazione: colori pastello sulle tinte rosa e blu e una granatina multicolor. Per saperne di più dovremo aspettare di poterlo assaporare e, per ora, dobbiamo accontentarci di vederlo solo su Instagram.

Ma Algida non è stato il primo brand a pensare di portare la tendenza degli unicorni dalle spiagge al food. Già lo scorso anno il celebre Starbucks aveva creato un’edizione magica del noto Frappuccino: l’Unicorn Frappuccino. Lo scorso anno infatti Instagram è stato invaso da foto di ogni genere e taglio del Frappuccino colorato di rosa e azzurro dal gusto particolarmente dolce al primo assaggio e con un retrogusto aspro.


Ma la prima a istituire l’#unicornfood (hashtag che su Instagram raccoglie quasi 30.000 foto) è stata Adeline Waugh nel 2016 con l’Unicorn Toast. Fatto da una fetta di pane e creme di vari gusti colorati spalmabili che sembrano quasi un dipinto.
Pochi anni fa l’esperto di marketing e mode Daniel Levine ha definito tre circostanze che permettono a una tendenza di espandersi:

  • riprendere un qualcosa che già in passato ha avuto una forte importanza e presenza culturale, forte grazie all’effetto nostalgia;
  • farla provare e pubblicizzare a molte persone famose e influencer;
  • sia gradevole allo sguardo e quindi si presti bene alla diffusione sui social.

Anche Jess Weiner, che ha lavorato insieme a Mattel per l’iconica bambola bionda, sostiene che la diffusione è proprio legata all’infanzia ma anche alla voglia di evasione verso un mondo migliore.
Oppure, più semplicemente, si sta cercando di svelare l’arcano mistero dell’invisibile unicorno rosa. Pare infatti che esista una religione di nicchia ateista, più che altro nata sul web, secondo la quale l’unicorno incarnerebbe la fede e la logica essendo allo stesso tempo invisibile e rosa.
Un’espressione inglese recita “unicorns and rainbows”, ovvero “va tutto bene, tutto fantastico”: forse è proprio da lì che i mille colori e l’animale magico sono diventati un duo inseparabile. E allora anche nel cibo non poteva che esserci un qualcosa di “rainbow”. A pensarci, in questo caso, è stata una pizzeria americana, il DagWoods Pizza di Santa Monica. Qui è nata la AFPizza: una margherita ricca di coloranti pastello magica e brillantinata.


Black is the new food style

Infine dopo aver assaggiato un dolce rosa pastello, o bevuto un tè matcha verde pastello, dopo aver gustato un po’ della magia dell’Unicorno su un toast o in un gelato, arriva il Goth Food. Tutto l’opposto dei precedenti, questi cibi su Instagram contano circa 13.200 post con l’hashtag #blackfood, 19.800 per #blackpizza e arriviamo a 88.120 per #blackburger.

Questo ha segnato una tendenza che ha fatto tornare il cibo nero di moda. Solo di qualche anno fa era infatti la mania del pane al carbone vegetale che riempiva tutte le panetterie. Ora invece, il nero lo si trova ovunque. Secondo una ricerca di Uber Eats i consumatori richiedono sempre di più il Black Food.
Il nero, sempre secondo la ricerca, si trova addirittura nella top10 degli ingredienti più ricercati in alcune delle principali città europee: Milano, Bruxelles, Stoccolma, Lisbona, Vienna, Amsterdam e Varsavia.
Ecco quindi spuntare il classico nero di seppia associato ai ravioli cinesi o in ricette siciliane. Ovviamente il riso venere fa da trend nel colore nero diventando il protagonista di black roll, uramaki e molto altro.
Infine abbiamo visto risultati esorbitanti che associano il nero alla farina di pizza e pane per gli hamburger. L’ultima tendenza ha infatti richiamato il carbone vegetale come ingrediente base.

newsletter

newsletter

MyMarketing.net