stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 23 Maggio 2014

Vendite a domicilio: continua la crescita

Nonostante la crisi che sta colpendo l'Italia da oltre cinque anni, e che vede, secondo i dati Istat del 2013, una diminuzione del 2,1% dei consumi privati rispetto all'anno precedente, i dati delle vendite a domicilio riescono a resistere, facendo segnare sempre fatturati positivi. Lo confermano i numeri resi noti da Univendita e Avedisco, le principali associazioni di categoria, che registrano, la prima, 1 miliardo e 220 milioni di vendite nel 2013 (con un incremento pari al 3,5% rispetto al 2012) e la seconda 882 milioni .Una crescita che ha effetto anche sulle dinamiche occupazionali. Univendita segnala che, dal 2009, c'è stato un aumento del 30%; del numero dei venditori a domicilio: oggi sono 69.000, in crescita del 2,7% rispetto allo stesso periodo del 2013, con una componente femminile pari all'88,6%. Anche le 34 aziende associate Avedisco, hanno registrato, secondo gli ultimi dati rilasciati a marzo 2014, una crescita pari al 3% di fatturato e del 12,99% per quanto riguarda la forza lavoro, soprattutto grazie al comparto alimentare/nutrizionale, con un fatturato di 313,6 milioni di euro, seguito da cosmesi e accessori moda e casa/beni di consumo.
La dinamica positiva del 2013 sta proseguendo anche quest'anno. Infatti, secondo i dati riportati da Univendita, i primi tre mesi si sono chiusi con vendite per 320 milioni e 600 mila euro; il 6,2% in più rispetto allo stesso periodo del 2013. Commentando il risultato, i presidente di Univendita Ciro Sinatra ha sottolineato: “Questi risultati dimostrano ancora una volta che il contatto diretto con i consumatori, che possono acquistare tranquillamente a casa, assistendo a una dimostrazione personalizzata, continua a rivelarsi la forma distributiva vincente rispetto ai canali più tradizionali del commercio ed è premiata dalla crescente fiducia dimostrata dai clienti”.
In dettaglio, il comparto più dinamico è quello dei beni durevoli casa, con un incremento del 7,1%, seguito da cosmesi e cura del corpo (+4,2%), alimentari e beni di consumo casa (+3,8%), mentre sono in crescita netta altri beni e servizi che arrivano a un +15%.

Arianna De Felice

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net