stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 28 Giugno 2017

eSports Generation

eSports

C’è un settore del business digitale, spesso sottovalutato, la cui dignità “sportiva” e agonistica viene raramente riconosciuta, ma che sta conquistando (per la maggior parte) i giovani di mezzo mondo. Si tratta degli eSports, e come ogni anno a ridosso delle finali di World of Tanks, le Wargaming Grand Finals 2017 (tenutesi quest’anno a Mosca), PayPal, sponsor dell’evento, ha diffuso i risultati di una ricerca dedicata proprio al mondo del gaming online. La ricerca è stata condotta nel 2017 per PayPal da SuperData Research in 12 mercati europei, con l’obiettivo di recuperare ed esaminare i dati più recenti su quello che – a giudicare dai risultati emersi dalla ricerca – si conferma, senza dubbio, come uno dei settori più promettenti per l’online economy.

In termini di crescita rispetto agli dodici paesi presi in considerazione, l’Italia si posiziona al quarto posto, a pari merito con la Spagna, e dopo Russia, Francia e UK, rispettivamente al primo, secondo e terzo posto. In termini di fatturato, la Svezia non conosce rivali, superando abbondantemente tutti gli altri Paesi, nonostante le ridotte dimensioni del paese scandinavo rispetto, ad esempio, alla Russia. Sempre per fatturato, l’Italia si posiziona al sesto posto dopo la Spagna. Pur rimanendo lontani dal fatturato della Svezia, molto meglio fanno i cugini francesi, gli inglesi e – probabilmente anche a causa delle dimensioni del Paese – i russi. La crescita del settore non è destinata a fermarsi qui. Per il 2018 la ricerca prevede che i ricavi dagli eSports supereranno i 345 milioni di dollari. I protagonisti principali della crescita per l’anno prossimo saranno ancora la Svezia (patria di uno dei giocatori eSports più popolari, lo YouTuber PewDiePie), la Russia, la Francia e il Regno Unito, sia in termini di ricavi nei rispettivi mercati che di numero di spettatori per gli eventi eSports. In Italia si prevede che i ricavi supereranno nel 2017 i 13 milioni di dollari e attestarsi intorno ai 14 milioni di dollari nel 2018. La popolarità degli eSports in Europa è favorita dall’ampia diffusione dell’accesso a Internet e in particolare ai social media. Molte persone ritengono che gli eSports siano popolari soprattutto in Asia orientale, dov’è presente il maggior numero di utenti Internet. L’Europa, tuttavia, sta rapidamente recuperando terreno.

eSports
Dall’azienda

“Gli eSports sono un grande universo nel quale sport e intrattenimento si fondono per divertire milioni di persone in tutto il mondo” ha dichiarato Federico Zambelli Hosmer, General Manager Italia di PayPal. “Non posso che essere lieto di constatare che per milioni di giocatori in tutto il mondo PayPal è il metodo di pagamento d’elezione. I risultati generati negli ultimi anni dagli eSport e le potenzialità di crescita del settore sono chiari indizi della necessità di prestare particolare attenzione a questo settore. Vogliamo che gli italiani usino PayPal almeno una volta al giorno e siamo consapevoli di quanto sia importante garantire pagamenti semplici per ogni transazione sia che si tratti di acquistare dei biglietti aerei oppure solo una spada magica per un elfo del livello 99. Per questo consideriamo, da un lato, un privilegio poter supportare tutti gli appassionati di eSport garantendo loro pagamenti comodi e sicuri con programmi come il nostro Programma Protezione Acquisti e, dall’altro, un piacere poter collaborare con partner come Wargaming, che sono una fonte di intrattenimento per milioni di appassionati di eSports”.

Il ruolo dei millennial per gli eSports
I millennial sono attualmente una delle più importanti generazioni di consumatori, in grado di definire le tendenze in numerose aree, inclusi gli eSports. Secondo SuperData, il settore dei giochi digitali è dominato quasi completamente dai millennial: tra le persone interessate agli eSports le due fasce d’età più numerose sono quelle di 18-24 e 25-34 anni (insieme, questi gruppi costituiscono il 62% dell’audience). Solo il 10% degli appassionati di eSports ha più di 45 anni.
Anche se la suddivisione in base al sesso mostra che gli appassionati di eSports sono principalmente uomini (in Europa l’84% dei giocatori eSports sono di sesso maschile, contro il 16% di sesso femminile), in Svezia, Francia, Regno Unito e Polonia le donne fanno registrare le percentuali più alte, con il 24%, 22%, 22% e 19%, rispettivamente. Qui l’Italia è uno dei due fanalini di coda assieme ad Israele, Spagna, Ungheria e Russia.

“Gli eSports sono diventati uno dei fenomeni più intriganti dei nostri tempi ed è entusiasmante esserne al centro insieme a PayPal, che ci ha accompagnato in questo viaggio fin dall’inizio, offrendo servizi eccellenti per i fan di questo settore”, ha commentato Atila Yesildag, Senior Manager degli eSports per l’Unione Europea di Wargaming.
La ricerca di SuperData ha determinato che in Nord America circa 33 milioni di persone guardano regolarmente gli eSports, con gli spettatori di età compresa tra 18 e 34 anni che costituiscono il 71% dell’audience dei titoli eSports più popolari.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net