stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 23 Maggio 2011

Il mondo agguerrito delle app

Con il termine applicazione si fa riferimento a tutto quanto si può realizzare con l’utilizzo di strumenti informatici. Software e hardware che lavorano insieme per creare uno strumento che sia in grado di aiutare l’utente nei vari momenti di una giornata.

E se in precedenza potevamo utilizzare sui nostri device solo applicazioni create appositamente per girare su uno specifico hardware, con il nuovo linguaggio HTML5, le app potranno girare su tutti i sistemi operativi. Avremo quindi software che saranno in grado di lavorare su più hardware, il che, secondo gli esperti del settore, potrebbe portare alla fine degli Store on line che vendono applicazioni native.

Fino a poco tempo fa nessuno avrebbe mai scommesso sulla fine del più famoso tra questi, l’AppleStore, ma attraverso l’utilizzo di questo nuovo linguaggio, avremo a disposizione web app che potranno essere utilizzate su qualsiasi device, smartphone, pc e tablet, indipendentemente dal sistema operativo che utilizzano. Non ci sarà più differenza tra un Windows o un Mac, o tra Android, iOS o Windows Phone. Gli sviluppatori potranno così rivolgersi a un mercato infinitamente più ampio e aumentare i loro introiti.

Come sostiene in una recente intervista Paul Cotton, direttore Microsoft delle strategie dei servizi web legati agli standards: “Molto presto con HTML5 qualsiasi tipo di applicazione potrà essere eseguita all’interno di un browser, permettendo così agli sviluppatori di realizzare software che girano praticamente su qualsiasi piattaforma”. Con questo, Cotton non ha voluto di certo dire che siamo di fronte alla morte immediata di Adobe Flash; per adesso infatti c’è una carenza di strumenti di sviluppo per creare applicazioni HTML5, il che porterà gli sviluppatori, nei prossimi tempi, a scegliere ancora le soluzioni tradizionali che permetteranno di realizzare il prodotto migliore.

Ma ciò non basta. Perché possa essere decretata la fine dello strapotere degli Store, è necessario che vengano sviluppate nuove versioni dei browser che siano in grado di sfruttare l’HTML5 nel mobile. E’ qui infatti che si gioca la parte più importante della partita. Il traffico internet ormai, soprattutto in Italia, si concentra sugli smartphone, che sempre di più sembrano essere il device del futuro. Tutto si può effettuare dal proprio telefonino; dalla geolocalizzazione che, attraverso app come Google Maps, ci permettono di non perderci mai, alla ricerca del parcheggio più vicino con GeoMeter.

Migliaia sono le app che già oggi sono in grado di facilitarci la vita e tante altre saranno quelle che verranno inventate. La domanda è: chi ce le venderà?

Andrea D’Alessandro

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net