stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 26 Settembre 2013

Loyalty & Couponing, Mobile’s Opportunities

Gestire il cliente non è cosa facile, sia per le piccole che per le grandi realtà. In questo senso, viene spesso in aiuto la rete, in particolar modo il mobile: attraverso i nuovi strumenti tecnologici offertici nell'era 2.0, il grosso brand così come il piccolo negoziante può rapportarsi con un numero sempre maggiore di consumatori. In aiuto in questi ultimi anni stanno venendo, in particolar modo, gli strumenti del Mobile Loyalty e di Mobile Couponing: lo rivela un'indagine dell’Osservatorio NFC e Mobile Payment del Politecnico di Milano, che ha evidenziato i vantaggi della gestione di buoni sconto, promozioni e carte fedeltà su mobile.

Quasi la metà degli esercenti interpellati dall’Osservatorio si dimostra molto interessata alle applicazioni di Mobile Couponing; e, in alcuni casi, alcune realtà sono già attive con progetti concreti. Il mobile permette l’invio di coupon più adatti al contesto (luogo, orario, meteo) e molto più personalizzati rispetto ai volantin o coupon tradizionali, spesso distribuiti nei punti vendita o a casa con criteri solo geografici. Più personalizzazione significa, spesso, più opportunità di resa: a parità di numero e tipo di coupon distribuiti, un maggior numero di utenti li utilizzerà in un punto vendita. Come esemplifica l'Osservatorio, un’azienda italiana dell’Oil & Gas è riuscita, tramite il Mobile Couponig, ad aumentare il tasso medio di redemption dall’1,5% fino a valori tra il 6% e il 25%, a seconda del tipo di campagna. Infine, cosa da non sottovalutare, il mobile consente di dematerializzare il coupon, generando risparmi nei costi di stampa e distribuzione, che per un grande retailer presente in tutta Italia possono arrivare ad alcuni milioni di euro per singola campagna. Ai benefici precedenti si aggiunge anche la raccolta di un maggior numero di informazioni sui clienti, con più possibilità di marketing one-to-one, e la riduzione dei tempi di rendicontazione dei coupon.

Parlando, invece, di Mobile Loyalty, questo genera benefici rilevanti rispetto ai processi di loyalty tradizionali, grazie soprattutto alla dematerializzazione di carte fedeltà e pubblicazioni correlate, e all’automatizzazione digitale dei processi di gestione dei programmi di loyalty (ad esempio registrazione o prenotazione premi). A livello di dematerializzazione, un esercente può ridurre considerevolmente i costi relativi alla gestione fisica delle carte fedeltà, come quelli relativi alla loro stampa, personalizzazione, distribuzione e manutenzione; per un attore della GDO Food l’Osservatorio stima questi costi in circa un euro per ogni carta. Inoltre si riducono anche le spese di stampa e distribuzione di volantini e cataloghi premio, che per un esercente medio-grande sono di alcuni milioni di euro l’anno. Il Mobile Loyalty può anche rendere i programmi fedeltà più efficaci, accrescendo il numero di affiliati per la maggior semplicità e convenienza del processo di registrazione via mobile. Inoltre, se unita a un efficace sistema di tracking delle abitudini mobile dei clienti, può anche generare un sensibile aumento (per estensione e profondità) delle informazioni sul loro comportamento: beneficio difficilmente quantificabile, ma fortemente differenziante per aziende con un CRM ben strutturato.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net