stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 5 dicembre 2018

Mangiare sano al lavoro è un asset molto importante per il 55% dei lavoratori

Edenred Food Barometer, i risultati della Settima Edizione

mangiare

Nel 2018 il sondaggio effettuato da Edenred sul tema dell’alimentazione durante la giornata lavorativa, è stato condotto fra oltre 25.000 lavoratori dipendenti e più di 1.400 proprietari di ristoranti in 8 Paesi Europei: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Francia, Italia, Portogallo, Slovacchia e Spagna.

È il settimo condotto nell’ambito del programma FOOD (Fighting Obesity through Offer and Demand – Lotta all’obesità tramite l’offerta e la domanda) e in generale le tendenze che si possono evidenziare sono: il forte aumento della domanda di pasti sani ed equilibrati, il ruolo sempre più importante che le aziende potrebbero giocare per migliorare il benessere dei dipendenti e l’interesse creato dalla tecnologia per incoraggiare un’alimentazione sana.

Edenred traccia anche quest’anno una fotografia delle abitudini alimentari dei cittadini di otto Paesi Europei, tra cui naturalmente l’Italia.

  1. Alcuni dati rilevanti
  2. I lavoratori preferiscono mangiare sano


Alcuni dati rilevanti

  • il 75% dei lavoratori dipendenti fa la pausa pranzo tutti i giorni (rispetto al 2014 il valore è salito del 5%);
  • il 43% delle persone, un valore che rispetto al 2013 è salito del 15%, fa attenzione a ciò che mangia, scegliendo una dieta sana;
  • il 72% (+43 punti percentuali rispetto al 2016) dei lavoratori dipendenti europei crede che l’azienda dovrebbe aiutare i propri dipendenti a mangiare sano e migliorare il benessere sul posto di lavoro;
  • il 33% vorrebbe avere accesso a una rete di ristoranti che offrano menù equilibrati.

In Italia la maggioranza degli intervistati va a pranzo fuori ufficio e dichiara che i criteri per scegliere dove mangiare sono, in ordine di importanza: la vicinanza alla sede di lavoro (56,2%), l’offerta di cibo sano (55%) e la velocità del servizio (52,1%). Riguardo all’importanza di un’offerta sana ed equilibrata siamo secondi solo agli spagnoli e distanziamo gli altri Paesi di diversi punti percentuale. Inoltre, siamo i più attenti ai prodotti locali e alla stagionalità: più del 42% rispetto ad una media europea del 30%.

related


I lavoratori preferiscono mangiare sano

Riguardo a cosa mangiano, gli italiani preferiscono un piatto o un pasto completo (47,4%) rispetto a piatti preconfezionati (3%) e fast food (1,4%). Questa, comunque, è una tendenza un po’ generale in Europa, a eccezione della Francia, dove invece questi valori sono più alti, ma sempre entro il 10%. In Belgio e Portogallo la maggior parte dei lavoratori porta il pranzo da casa ritenendo che il cibo cucinato da loro sia più sano.

D’altra parte, quasi 800 tra i 1.400 proprietari di ristoranti coivolti nel Food Barometer 2018 di Edenred sono italiani e il 42,5% di loro ha dichiarato che i loro clienti in pausa pranzo notano e apprezzano l’offerta di piatti sani ed equilibrati. Le nuove tecnologie potrebbero quindi , secondo loro, aiutarli a trovare nuove ricette da proporre, mentre i clienti dal canto loro, le userebbero per seguire una dieta più equilibrata con app per il conteggio di calorie o potrebbero geolocalizzare i locali con un’offerta più salutare.

“Edenred si pone l’obiettivo di migliorare le abitudini alimentari dei propri beneficiari rendendo accessibile a tutti gli utilizzatori di Ticket Restaurant® un’offerta di pasti sani in pausa pranzo”, dichiara Sabrina Citterio, Corporate Communication Manager di Edenred Italia. Per questo la nostra Company dal 2011 crede nel programma FOOD, che non si limita solo a facilitare la scelta dei consumatori informandoli meglio, all’interno e al di fuori della loro azienda, ma intende anche promuovere l’alimentazione equilibrata attraverso i ristoranti per migliorarne la qualità nutrizionale offerta e venire incontro alle richieste dei propri clienti.”

Tags: -

newsletter

newsletter

MyMarketing.net