stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 7 Ottobre 2014

Milano città al bacio

Non solo cibo, ma anche arte e cultura in vista dell'Expo milanese del prossimo anno: mercoledì 1 ottobre nell’Aula 10 dell’Accademia di Belle Arti di Brera il progetto Milano città al bacio ha iniziato il suo cammino ufficiale davanti a una platea selezionata di imprenditori, operatori e  giornalisti. Pietro Pedroni e Flavio Maestrini, curatori del progetto, hanno presentato le caratteristiche di un percorso di comunicazione sostenuto da un network di imprese milanesi che vogliono essere protagoniste in occasione di Expo 2015.

La voce narrante del giornalista Ezio Guaitamacchi, sostenuta da alcuni filmati realizzati per l’occasione, ha raccontato la volontà di valorizzare la conoscenza del famoso dipinto “Il bacio” di  Francesco Hayez esposto presso la Pinacoteca di Brera, per il quale verrà finanziato e realizzato un nuovo allestimento museale, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni storici e artistici. L’intento di creare e produrre cultura ha trovato nell’incontro con l’Accademia di Belle Arti lo sbocco naturale, sottolineato dall’intervento del professor Stefano Pizzi, docente di Pittura. Infatti, le suggestioni di “Il bacio” di Hayez saranno oggetto di una rielaborazione artistica a cura di venti studenti dell’Accademia. I loro contributi creativi avranno poi visibilità in mostre itineranti. Al termine del periodo Expo, le opere saranno messe all’asta per sostenere l’impegno sociale e civile della Fondazione Casa della Carità di Don Colmegna. La mostra sarà anche ospitata dalla Fondazione Maimeri perché, come sottolineato da Gianni Maimeri nel suo intervento, tra gli obiettivi della Fondazione è prevista la divulgazione dell’opera di giovani talenti.

Ulteriore elemento caratterizzante del progetto Milano città al bacio, in sintonia col tema dell’Expo, è il cibo. La ricerca di mercato qualitativa svolta da Marco Simoncini della società Archè è stata la premessa per l’ingresso in aula del maestro pasticcere Rossano Boscolo e degli studenti della Boscolo Etoile Academy che hanno presentato al pubblico un nuovo dolce, appositamente creato per rimarcare e impreziosire i valori del progetto. Le persone presenti hanno così potuto gustare il Bacio di Milano, un prodotto di pasticceria che vuole anche rappresentare l’incontro tra diversità di sapori e di sensibilità, nello spirito internazionale di Expo 2015. Pietro Pedroni e Flavio Maestrini hanno richiamato l’attenzione sulle diverse attività previste dal progetto da maggio a ottobre 2015 tra le quali i sei eventi, firmati Milano città al bacio, per avvicinare la cittadinanza ai temi proposti, veri e propri Sentieri di Milano città al bacio che collegheranno scenari diversi: musica e arte, gastronomia e creatività. Significativo poi l’intervento di Lino Stoppani, vicepresidente di Confcommercio Milano, che ha confermato la collaborazione dei commercianti milanesi, riconoscendo al progetto valori culturali, gastronomici e commerciali. A conclusione della manifestazione i curatori dell’iniziativa hanno invitato alcuni sponsor presenti in sala a testimoniare la loro adesione al progetto.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net