stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 15 Aprile 2014

Mobile payments: negli USA grandi margini di crescita

Una delle principali piattaforme di programmatic media buying, Rocket Fuel, ha condotto una ricerca incentrata sulle preferenze dei consumatori circa i servizi finanziari, quali ad esempio l'utilizzo di carte di credito e l'attitudine al mobile banking. “Abbiamo sviluppato questa ricerca per far luce sulle preferenze dei consumatori chiave, sui loro comportamenti e sulle loro abitudini”, ha dichiarato Enrico Quaroni, Country Manager di Rocket Fuel Italia, “in modo da poter fornire ai nostri inserzionisti finanziari più innovativi gli insight necessari per sviluppare le iniziative pubblicitarie più efficaci altamente personalizzate”.

Rocket Fuel ha intervistato, nel mese di dicembre 2013, oltre 750 consumatori USA (di età superiore ai 18 anni e possessori di una o più carte di credito attive) sulle loro abitudini di utilizzo di tali strumenti di pagamento. I dati analizzati provengono da un campione di 2,1 miliardi di impressions erogate alle campagne di servizi finanziari eseguite da Rocket Fuel nel quarto trimestre del 2013. I risultati ottenuti dalla ricerca dimostrano che le percentuali dei pagamenti mobile da persona a persona e di utilizzo del “virtual wallet” rimangono basse, infatti solo il 59% dei consumatori ha usato un'app mobile per l'online banking o per servizi finanziari. Una metà degli intervistati, inoltre, non aveva mai sentito parlare della proprio attuale carta di credito principale sul web, il 46% ne aveva sentito parlare online e il 34% offline.

Dall'altra parte, un terzo dei consumatori, il 35%, è alla ricerca di una nuova carta di credito e pensa di cambiarla entro i prossimi sei mesi. La percentuale cambia a seconda del reddito delle famiglie: se hanno un reddito annuo superiore ai 150 mila dollari, effettueranno il cambiamento con il 50% in più di probabilità rispetto ai consumatori con un reddito annuo inferiore. Per poter cambiare carta di credito, il consumatore deve informarsi sulle campagne relative ai servizi finanziari e lo fa in particolar modo nel fine settimana e la notte, tra la mezzanotte e le sei.
Arianna De Felice

La ricerca ha, inoltre, presentato il profilo del giovane consumatore, in una fascia d'età compresa tra i 18 e i 29 anni. Il 51% dei giovani adulti sostiene che probabilmente cambierà la carta di credito nei prossimi sei mesi, considerando come fatto più importante le spese annuali della nuova carta. Molti giovani consumatori hanno scoperto la loro carta tramite i vari siti e le varie informazioni online, ma parenti, amici e colleghi giocano un ruolo più forte, rispetto ad altri gruppi di influenzatori, per quanto riguarda il percorso di acquisto. La ricerca condotta da Rocket Fuel, infine, ha mostrato che le percentuali dei trasferimenti di denaro via mobile e dei servizi a pagamento virtuali restano basse, rispettivamente 15% e 7%., mettendo in luce un'opportunità non sfruttata per le società che offrono servizi finanziari.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net