stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 22 Luglio 2013

Mobile, What Consumers Want

Più velocità e più qualità nel servizio. Sono questi i due punti chiave emersi dall'indagine Accenture Mobile Web Watch 2013, organizzata dall'azienda di consulenza direzionale Accenture, che ha indagato le attuali esigenze dei clienti di telefonia mobile, scoprendo che proprio la velocità di connessione e l'ampiezza dei servizi offerti sono le variabili principali su cui si basa la scelta del proprio operatore.

Secondo il 97% degli oltre 31mila consumatori intervistati in 26 paesi, la velocità di connessione mobile è l’elemento più importante nella scelta del proprio operatore di telefonia mobile. Il 78% ritiene che in questo servizio ci sia ancora spazio per ampi miglioramenti, e il 63% sarebbe disposto a pagare un ulteriore canone mensile per un servizio Internet mobile 10 volte più veloce rispetto a quello attuale; tutto ciò rende evidente come l’investimento dei provider in reti di dati ad alta velocità, come la 4G, potrebbe risultare remunerativo nel prossimo futuro. Ci sono tuttavia delle differenze nelle opinioni espresse dai consumatori: nei mercati maturi il 57% degli intervistati sarebbe disposto a pagare un supplemento per la rete 4G; nei mercati emergenti invece, la percentuale è notevolmente più elevata, ben il 76%, che raggiunge l’83% in Brasile e Russia. A sorpresa l’Italia (71%) e la Finlandia (70%) si allineano alle preferenze dei mercati emergenti. Oltre alla velocità di trasmissione, per soddisfare i clienti è fondamentale anche la qualità del servizio: in particolare qualità della rete (96%), ampiezza della copertura (95%) e velocità di connessione (95%). Solo dopo arriva invece il fattore economico, ossia il costo del servizio (94%), e l’assistenza clienti (89%).

Sta sempre più conquistando importanza, invece, il tema del mobile payment: secondo lo studio Accenture oltre la metà degli intervistati (56%) cambierebbe addirittura provider per passare a uno che offra pagamenti mobile qualora quello attuale non lo facesse. Più in generale, dovendo scegliere a chi affidarsi per questo servizio i consumatori opterebbero per le banche (89%), seguite dai fornitori di carte di pagamento (81%) e dai mobile provider (77%). Per quanto riguarda i servizi cloud, quasi la metà (46%) degli intervistati (il 54% nei mercati emergenti) vorrebbe che il proprio fornitore mobile offrisse funzionalità cloud. L’indagine ha evidenziato che anche i servizi location based sono sempre più importanti agli occhi dei consumatori: tra i clienti intervistati che accedono a Internet tramite smartphone o tablet, il 72% svelerebbe la propria posizione sul dispositivo mobile; quasi la metà lo farebbe per cercare informazioni su negozi vicini o simili, e il 35% per ottenere sconti o coupon dai rivenditori locali. Un'altro importante trend emrrso dalla ricerca svela come il 32% dei proprietari di smartphone usa regolarmente il proprio dispositivo per chiamare via Internet, il 39% nei mercati emergenti. In generale il servizio è utilizzato soprattutto da chi possiede un iPhone (44% a livello globale) e chi già dispone di reti 4G (41%). Con il miglioramento della velocità e della qualità di connessione, la percentuale di chi utilizzerebbe il proprio telefono per chiamare via Internet salirebbe al 47% (addirittura al 60% nei mercati emergenti).

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net