stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 29 Novembre 2012

Natale e la riscoperta della casa

Al di là dell'Oceano lo chiamano cocooning. E' in atto da qualche anno la tendenza a riscoprire il piacere del proprio nido, del proprio 'bozzolo', della propria casa. Dopo aver passato anni di vita  spostandosi by night di locale in locale, si riscopre tutto il piacere di passare le serate in case. E questo ha una significativa e concreta conseguenza che si riverbera anche negli inevitabili regali di Natale. A dominare incontrastati sono i prodotti e gli accessori per la casa e il must to have, tutto ciò in cui batte un cuore tecnologico. Questo il risultato della ricerca svolta sullo Shopping Corner, prontamente ribattezzato Xmas Shop, del canale Elettronica di LetsBonus.

A primeggiare sono le donne, che rappresentano ben il 60% del totale degli acquirenti del portale. Ma è la casa la vera protagonista di questo Natale. La crisi spinge a riscoprire il piacere del proprio divano, i salotti rivivono dopo anni in cui erano stati praticamente abbandonati. Proprio come la protagonista del Mago di Oz, la piccola Dorothy che, alla fine delle sue peripezie per il fatato mondo al di là dell'arcobaleno, esclamava  “There's no place like home”. Non c'è posto più bello della propria casa. E la riscoperta del focolare domestico porta alla voglia di renderlo ancora più accogliente. Ed è tutto un proliferare di biancheria a tema, trapunte, piumini, oggetti di design. In cucina è il trionfo dei robot e degli accessori che non sfigurano nelle seguitissime trasmissioni culinarie.

Anche la cosmesi e la profumeria mantengono il loro fascino, monopolizzando il 20% degli acquisti. Ma è l'hi-tech, con il 30% della quota totale, a dominare la scena. Smartphone e console vivono un momento magico, insieme a tutto l'indispensabile corredo di accessori. La tv resta un best-seller, ma, complice la crisi si riducono le dimensioni. Dopo l'indigestione di schermi giganti, i formati più venduti sono quelli di 22 e 32 pollici.

Il Natale resta soprattutto una festa per coccolare i bambini con doni e balocchi. C'è una riscoperta dei giocattoli più tradizionali, a scapito dei giochi più tecnologici. Sotto l'albero ritornano macchinine e bambole, le stesse di sempre.

(fonte immagine: www.imaginarium.it/)

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net