stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 10 Luglio 2014

Tempo, denaro e tecnologia: l’importanza della People Economy

People Economy, ovvero il potere economico alle persone: le attitudini delle persone che creano, condividono e collaborano, che comprano, vendono e commerciano sono state indagate da PayPal nel suo ultimo studio, condotto in 15 paesi, che ha cercato di inquadrare quanto sia importante questo valore per le persone di tutto il mondo.

Il 70% del mondo pensa che la tecnologia dovrebbe rendere i pagamenti più semplici, connessi e veloci, con più scelte e opportunità. Non è un caso che l’utilizzo di PayPal per i pagamenti online sia considerato un metodo estremamente semplice da usare in Italia e in Russia (85%), così come in Germania (84%), in Francia (83%) e in Spagna (80%). In Italia lo dimostra il fatto che l’83% degli intervistati ha dichiarato di utilizzare PayPal per i propri acquisti online. Lo studio rileva inoltre la convinzione degli italiani che un flusso più veloce e semplice dei pagamenti può agevolare le attività commerciali e imprenditoriali di piccole dimensioni (59%) e il retailer (35%), tanto che se tutti accettassero pagamenti online o mobile, il 61% degli italiani privilegerebbe i propri acquisti alle realtà locali. I problemi persistono anche online; se un sito richiede ad un utente di iscriversi o registrarsi prima di effettuare un acquisto, c’è il rischio di perdere più della metà delle prospettive di vendita in Italia (52%), in Canada (51%) e in Spagna (50%). In Italia il 52% mostra disappunto per la poca trasparenza relativa a tasse o costi addizionali non dichiarati prima di arrivare al momento di effettuare il pagamento.

Che si tratti di aspettare in coda per pagare qualcosa, fare il pendolare per lavoro o essere bloccati nel traffico, dilungarsi in appuntamenti o telefonate senza senso, o semplicemente affrontare gli impegni di ogni giorno, più della metà del mondo (56%) spreca ogni giorno ore che vorrebbe usare in altro modo. Solo la Germania ha una percentuale significativa (19%) di popolazione che afferma di essere molto efficiente e di non sprecare tempo. Tre italiani su quattro odiano aspettare in coda (76%) e il 50% di loro odia essere bloccato nel traffico. Nonostante non amino perdere tempo, il 57% degli italiani ha affermato di considerare la pazienza una virtù (di cui avranno bisogno nelle 2/4 ore di tempo perse in coda, come riportato dal 38% dei rispondenti di questa ricerca). Mentre il fatto di perdere tempo negli impegni quotidiani potrebbe non sorprendere, il modo in cui le persone spenderebbero quel tempo se ne avessero la possibilità varia da nazione a nazione. Tra coloro che vorrebbero impiegare il tempo sprecato in impegni più proficui, gli americani preferirebbero trascorrerlo in famiglia (54%), i giapponesi per stare per conto loro (63%), i cinesi per fare più attività fisica, e gli spagnoli per incrementare il proprio tempo libero (35 %). Agli italiani piacerebbe utilizzare quel tempo per potersi rilassare (48%) e per stare di più con la famiglia e gli amici (45%). E se si avesse a disposizione un’ora in più al giorno? Gli Italiani la impiegherebbero per fare qualcosa per se stessi (41%).

Se le chiavi sono le prime nella lista degli oggetti senza i quali le persone non uscirebbero di casa, lo smartphone è altrettanto importante – battendo il denaro e le carte di credito su scala globale. Questa statistica conferma che inserire i pagamenti via mobile è di vitale importanza per le vendite future delle aziende. Infatti, in alcune delle economie mondiali in più rapida crescita, la maggior parte della popolazione ha già abbracciato i pagamenti via mobile. In Cina, il 90% degli intervistati paga dal proprio telefono, seguiti dalla Russia (85%), dal Brasile (quasi 70%) e dalla Turchia (60%). Anche in Cina, nonostante il mobile sia la tendenza dominante, il 35% degli intervistati vorrebbe che i pagamenti attraverso il cellulare fossero più semplici. Il mondo è pronto per la continua innovazione. In Italia, uno su tre afferma di aver perso la spontaneità dell’acquisto tramite denaro contante e il 61% delle persone ritiene che i mercati locali e quelli agricoli beneficerebbero dall’avere delle opzioni di pagamento via mobile, dimostrando una volontà di convertirsi al mobile per sostenere l’economia locale ed effettuare acquisti piccoli e veloci.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net