stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 13 Giugno 2013

The Future of Entertainment&Media

PwC Entertainment&Media Outlook 2017 fotografa i maggiori driver di crescita dei settori media e entertainment, per un mercato mondiale E&M che varrà nel 2017 2.218 miliardi di dollari. Gli USA continueranno a guidare la classifica mondiale grazie ai 522 miliardi di dollari di giro d'affari; seguiranno il Giappone, con 195 miliardi, la Cina con 132 miliardi, che salirà dal quinto al terzo posto superando il Regno Unito e la Germania, quarta con 99 miliardi. Il Brasile, in crescita, supererà il Canada nel 2014 e l’Italia e la Corea del Sud nel 2016, assestandosi al settimo posto; nel nostro paese, il giro d'affari si attesterà, nel 2017, intorno ai 51 miliardi euro (con un CAGR del 3,7%). Cina, Brasile, India, Russia, Estremo Oriente e Nord Africa, Messico, Indonesia e Argentina saranno invece i paesi con i maggiori tassi di crescita, paesi che raddoppieranno la spesa legata al settore dei media e dei divertimenti arrivando nel 2017 a rappresentare il 22% dei ricavi totali del settore. “La crescita del potere di acquisto del ceto medio, con una propensione a spendere nel mercato entertainment and media, combinato con il continuo miglioramento delle infrastrutture in molti mercati in via di sviluppo, sta rafforzando i tassi di crescita in diversi segmenti chiavi” ha infatti commentato Marcel Fenez, Global leader Entertainment & media di PwC. “A livello globale, le società E&M devono investire nello sviluppo e nella distribuzione dei contenuti al fine di fidelizzare i clienti e sfruttare la loro propensione nel condividere esperienze di fruizione di contenuto; questo determinerà l’esigenza di sviluppo di nuove metriche di misurazione dei media digitali, e business model in grado di rispondere ai cambiamenti nel modello di comportamento dei consumatori”.

Già nel 2014, grazie alla crescita e alla diffusione di smartphone e tablet, il mercato mobile a livello globale varrà del 50% della spesa totale di accesso a internet degli utenti (259 miliardi di dollari); già nel corso di quest'anno ciò è avvenuto negli Usa e in Corea del Sud. La spesa digitale conosce invece una crescita leggermente più lenta: entro il 2017, comunque, essa rappresenterà il 44% di tutta la spesa E&M nei mercati maturi, in aumento rispetto al 34% registrato nel 2012. Anche la categoria TV online evidenzia in tutti i paesi un tasso di crescita a due cifre con i mercati maturi chiaramente in testa: USA, UK, Germania, Francia e Canada i primi 5 nel 2012. Nel 2017, per la prima volta, il valore annuale del mercato nordamericano dell’home video digitale, sia pay-TV che servizi di streaming over-the-top, sarà superiore al box office; nel 2017 in Nord America ammonterà a 14,78 miliardi di dollari rispetto ai 13,5 miliardi del box office. La pubblicità digitale sta invece conoscendo una vera e propria affermazione nel mercato Adv, con crescita a doppia cifra anno per anno: con CAGR del 27%  i ricavi da pubblicità mobile supereranno i 27 miliardi di dollari nel 2017, di cui solo il 15% saranno ricavi derivanti da pubblicità su Internet. Dopo un calo della spesa negli ultimi anni, anche il mercato pubblicitario Out-Of-Home attraverserà un periodo di crescita, con una spesa in aumento da 33,8 miliardi di dollari nel 2012 ai 42,8 miliardi nel 2017 (con un CAGR del 5%). Infine, se nel 2012 i ricavi newspaper publishing (vendita e raccolta pubblicitaria) ammontavano a 164 miliardi, in diminuzione rispetto ai 187 miliardi nel 2008, tra il 2013 e il 2017 si stabilizzeranno, rimanendo ai livelli raggiunti lo scorso anno. A livello globale, l’espansione dei mercati dei Paesi in via di sviluppo compenserà il declino di lungo termine dei mercati maturi; una tendenza simile si verificherà anche per il consumer magazine publishing.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net