stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 8 Marzo 2011

Torna la fiera del consumo critico

Fà la cosa giusta!. Mai nome può essere più azzeccato per un evento interamente dedicato al consumo critico e agli stili di vita sostenibili.
Giunta alla sua settima edizione, la tre giorni milanese prenderà il via il prossimo 25 marzo all’interno degli spazi espositivi di Fieramilanocity (Pad. 2 e 4), con il mero intento di diffondere sul territorio nazionale le “buone” pratiche di consumo e produzione e a valorizzare le specificità e le eccellenze del territorio.

Lo scorso anno la fiera ha visto la presenza di circa 65mila visitatori (+30% sull’anno precedente), 1.400 studenti e 630 giornalisti accreditati, che hanno incontrato oltre 620 espositori, presenti divisi nelle 12 sezioni della fiera.
Come sempre, fin dalla sua nascita nel 2004, i temi preponderanti della manifestazione saranno l’agricoltura e l’alimentazione (contenuti all’interno della sezione speciale “Mangia come parli“), due aspetti che saranno centrali anche durante Expo 2015, il cui claim è “Nutrire il pianeta, energia per la vita“.

A seguire le altre 11 sezioni, a iniziare da Casa sostenibile, comprendente soluzioni, idee e progetti per costruire, arredare e abitare in modo consapevole, per giungere a Critical Fashion, in cui accessori e indumenti in grado di coniugare stile, progettualità e sostenibilità fanno bella mostra di sé. Ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le categorie merceologiche e produttive, dall’editoria alla finanza, e dall’energia all’hi-tech.

Molti gli eventi a corredo: convegni con ospiti istituzionali e internazionali, incontri autogestiti, presentazioni di libri e appuntamenti in piazza Kuminda, luogo che fungerà da fulcro incontri della sezione speciale dedicata all’alimentazione sostenibile.

Mangia come parli promuoverà incontri, degustazioni e laboratori e accoglierà più di 130 espositori: produttori di agricoltura biologica, biodinamica e del commercio equo e solidale; Gruppi di Acquisto Solidale; presidi Slow Food; fattorie sociali e didattiche; consorzi di prodotti tipici; media e blogger di settore; ONG, community di cuochi e gourmet, istituzioni con politiche di educazione alimentare e che promuovono un’agricoltura sana.

Chiamati a raccolta, inoltre, saranno soprattutto gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado, che avranno la possibilità di effettuare visite guidate e laboratori tematici. Il Progetto Scuole offrirà infatti agli studenti spazi di apprendimento e di confronto sui modelli di consumo e di vita attuali, con un ampio ventaglio di iniziative formative.

Fà la cosa giusta, infine, non significa solo Milano, ma, nel tempo ha saputo trasformarsi in un evento itinerante, con eventi che coinvolgono anche le città di Trento, Genova e Parma, e una tappa, ancora in fase di definizione, nella bella Sicilia.

Roberto Bonin

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net